Social Media HSHS

Inline

Nella categoria mini dell’inline hockey tutto il Ticino cresce, con il Sorengo in testa

Seconda vittoria in altrettante partite per i Mini di Lorenzo Telleschi e Mattia Koch, che balzano in testa alla classifica, o almeno virtualmente, poiché il Sayaluca, che era in pausa, potrebbe ancora raggiungerli. Nella categoria fino ai 12 anni, sabato contro il Novaggio di Davide Tedoldi, capitan Maier e compagni si sono fatti sorprendere dalla rete iniziale di Luca Belotti, prima di risalire la china e passare in vantaggio per 3 a 1 grazie alle reti di Gioiele, Soresina e Pagnamenta.

La reazione degli ospiti si è declinata tutta al femminile, infatti è stata l’esaltante doppietta di Fiona Bleeke a ristabilire la perfetta parità. Negli ultimi 15 minuti però è venuta fuori la maggior disciplina difensiva dei padroni di casa, che sono andati in rete 4 volte senza subire. Vittoria meritata dunque per il Sorengo, ma un grande plauso va anche al Novaggio Twins, che ha dato molto filo da torcere ai forti avversari e si è reso co-protagonista di una bellissima partita.

Partita ancor più combattuta quella che ha visto i Capolago Flyers di Flaviano Bettoni sfidare gli Eagles Vedeggio di Marc Gaia e Gianmarco Ricci. Entrati in pista solidi e concentrati, gli ospiti hanno chiuso il primo tempo in vantaggio per 1 a 2. Ma nel periodo centrale la maggior concretezza dei Flyers e le velleità offensive degli scatenati Kevin Cremona e Josh Campana, quest’ultimo autore di ben 4 reti, hanno aperto la strada alla vittoria dei padroni di casa e a nulla è servito il poker di Samuele Gioia del Vedeggio, che si è dovuto accontentare di una sconfitta più che onorevole.

“Peccato, abbiamo sprecato una buona occasione”, ci spiega coach Gaia, che aggiunge “abbiamo una squadra molto giovane, farcita di svariati Kids che sono già saliti nella categoria Mini”, facendo intendere che questo Vedeggio ha un ampio margine di miglioramento.

Parlando della categoria Kids, riservata ai principianti, è un piacere seguire le gesta della neonata squadra del Paradiso Tigers, che conta una ventina di motivatissimi bambini in età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Allenati da Dario Brughera, Marco Della Santa e Marco Cloetta, i kids dei Tigers hanno perso per 8 a 5 contro il Sayaluca, ma la sconfitta è ampiamente compensata dai sorrisi e dall’entusiasmo che coinvolge il neonato movimento giovanile.

Nella categoria Juniores gioie e dolori per il Lugano/Vedeggio. Sabato sulla pista di Pregassona, i ragazzi di Costantini e Perucconi, perfettamente coadiuvati da Rabaglio e Martin, hanno subito messo in difficoltà gli ospiti del La Neuveville in una partita valida per la coppa Svizzera.

Con un gioco semplice, molto pattinaggio, un pressing costante e un rifinitore dalla “paletta rovente” quale Federico Gioiele, autore di 6 reti, il Lugano/Vedeggio è andato spedito verso il sessantesimo, che ha decretato la vittoria finale sul punteggio di 11 a 5. Neppure 24 ore dopo, contro lo stesso avversario, ma sulla pista appena rifatta di Savosa, i padroni di casa sono entrati in pista solo fisicamente, lasciando la testa negli spogliatoi, forse troppo sicuri di vincere nuovamente.

Risultato: 1 a 7 dopo 30 minuti e una situazione dal sapore tragico. A quel punto… “abbiamo cambiato completamente le linee”, ci spiega coach Costantini. Un provvedimento cha ha dato il La ad una rimonta spettacolare, che però non è bastata a ricucire lo strappo e così capitan Maurice Nyagblodzro e compagni si sono dovuti arrendere sul punteggio frustrante di 8 a 9 per La Neuveville. “Siamo comunque soddisfatti per il cuore e le energie che la squadra a messo in campo, l’unico rammarico è che abbiamo giocato “solo” per 30 minuti”, conclude Costantini.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment

Altri articoli in Inline