Social Media HSHS

Inline

Nel campionato inline prestazioni senz’anima di Malcantone e Sayaluca

La seconda giornata del campionato di LNA è già stata fatale alle due ticinesi, che sono scese in campo con un rosa invidiabilmente “bella”, ma proprio come era solito cantare a squarciagola Riccardo Cocciante, “senz’anima”. Quello che spesso nello sport traduciamo con “grinta” o “voglia di vincere” è completamente mancato al Malcantone, che sabato scorso ha ospitato il nuovo Bienne Seelanders, versione Vincent Monbaron, leggenda e bandiera dei Seelanders.

Nella Shark Arena di Cassina d’Agno i ticinesi hanno fatto pochissimo per vincere. “Ci siamo trovati un po’ per caso avanti per 5 a 1” ammette coach Schuler. Poi, più niente. Gli ospiti si sono rimboccati le maniche e hanno cominciato una lenta ma inesorabile rimonta conclusasi a 8 minuti dal termine con la meritata rete del 5 a 6 per il Bienne, che conquista 3 punti fuori casa e fa il pieno di fiducia dopo una stagione 2021 alquanto complicata.

“Sono davvero deluso” continua Schuler “quando la barca affonda qualcuno deve prendere in mano i secchi e buttare fuori l’acqua…” e, invece, il nulla. Sabato 2 aprile alle 17.00 il Malcantone potrà rifarsi sulla difficile pista del Lechelles.

Copione simile quello messo in scena dal Sayaluca, che affrontava i friborghesi del Givisiez, presentatisi al Palamondo di Cadempino con appena 8 giocatori di movimento e 2 portieri. La mettiamo sul ritmo? Chissà che carneficina. Invece no, i luganesi hanno giocato con superficialità e un pizzico di arroganza, troppo concentrati sull’aspetto offensivo, trascurando colpevolmente quello difensivo. Grazie a spirito di sacrificio, disciplina difensiva e tanta voglia di vincere gli ospiti sono riusciti a restare in partita fino al terzo tempo, ove in poco più di 5 minuti hanno realizzato 3 reti chiudendo di fatto la contesa. 5 a 6 e colpaccio dei friborghesi, che espugnano il Palamondo con lo zampino del ticinese Nick Frisberg in forza al Givisiez e autore dell’assist per il gol della vittoria.

Ma l’oscar per il miglior attore protagonista va senza dubbio a uno stratosferico Kellian Schornoz autore di una tripletta e sempre pronto a seminare il panico nella retroguardia dei padroni di casa. Nelle file del Sayaluca da notare l’ennesima prestazione maiuscola di Matteo Kaufmann, giocatore completo che gioca con anima e cuore ogni qualvolta entra in pista. Sabato 2 aprile alle 17.00, il Sayaluca sarà chiamato al riscatto sull’ostica pista del Rothrist, ma coach Roy Bay corre ai ripari: “sarà una battaglia, avrò bisogno di veri lottatori” lasciando intendere che giocherà solo chi saprà veramente metterci l’anima.

In LNB esordio con il botto per il Novaggio Twins di Fabio Merlo, che ha facilmente annichilito gli austriaci del Wolfurt sul punteggio di 10 a 1. Sabato 2 aprile alle 17.00 Alan Giacomini e compagni saranno impegnati sulla pista del La Tour in un incontro che si preannuncia esplosivo. Prima vittoria anche per il Sayaluca II di Marco Buholzer, che contro il La Broye ha dovuto attendere il terzo tempo per imporsi sul punteggio di 12 a 7. Sabato 2 aprile alle 17.00 capitan Santini e compagni si recheranno sulla pista dell’Oensingen per cogliere altri 3 punti preziosi.

Venerdì sera scatta anche il campionato di prima lega. La grande novità è la neopromossa Rangers Lugano di Tommaso Pedrazzini. “Sarà durissima, soprattutto all’inizio” ci spiega l’allenatore-giocatore, conscio che lo scatto di livello tra la seconda e la prima lega assomiglia di più a un gradone di stadio, che un gradino di una scaletta. “Ci siamo rinforzati, ma ci vorrà del tempo per trovare l’amalgama giusta” conclude coach Pedrazzini.

Due grossi punti di domanda si stagliano su Paradiso Tigers e Capolago Flyers, due compagini ambiziose con una formazione fortemente rimaneggiata rispetto all’anno scorso. I tigrotti di Renzo Ricci sono orfani di Michele Crivelli, ormai in LNA, e di Alain Pasqualino, ritiratosi causa infortunio.

“Dovremo sudare di più, ma sono sereno” spiega coach Ricci, il cui obiettivo resta la promozione, ma con una stagione tutta da scoprire. A guidare il nuovo Capolago, più ambizioso e farcito di giocatori di qualità, è stato chiamato Bobo Bernasconi, che mette a disposizione la sua lunga esperienza di allenatore per un progetto in cui crede fermamente: “la società sta lavorando molto bene e merita tutto il mio appoggio. L’obiettivo è quello di migliorare i risultati, si vedrà poi se potremo osare qualcosa di più…”. Non è un pesce d’aprile, ma in prima lega si parte con il derby tra Tigers e Flyers che si tiene venerdì 1° aprile alle 20.00 sulla pista della sguancia di Paradiso.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline