Social Media HSHS

Mondiali 2022

La Svizzera concede un punto alla Germania e attende gli USA

Ai rossocrociati bastava ottenere un punto per assicurarsi il primo posto. Dopo la vittoria ai rigori sulla Germania si troveranno di fronte gli Stati Uniti nei quarti

La Svizzera concede un punto alla Germania e attende gli USA

GERMANIA – SVIZZERA

3-4

(2-1, 0-2, 0-0; 0-1)

Reti: 1’37 Ambühl (Corvi, Herzog) 0-1, 11’51 Wissmann (Reichel) 1-1, 15’30 Loibl (Seider, Müller) 2-1, 21’26 Suter (Malgin, Kukan) 2-2, 38’51 Malgin (Moser, Meier) 2-3, 47’57 Plachta (Wissmann) 3-3

Rigori: Hischier, Riat

Note: Helsinki Ice Hall, 3’862 spettatori
Arbitri: Ohlund, Stano; Spur, Yletyinen
Penalità: Germania 1×2′, Svizzera 4×2′

Assenti: Sandro AeschlimannAndrea Glauser (sovrannumero), Tristan Scherwey (infortunato)

HELSINKI – Una vittoria ai rigori che vale il primo posto nel girone del Gruppo A. Anzi, contro la Germania è bastato il punto portato al 60′ sul 3-3 alla squadra di Patrick Fischer per assicurarsi la testa della classifica, il che decreta pure che i rossocrociati affronteranno gli Stati Uniti allo stadio dei quarti di finale.

Una pescata dall’urna che dopo tutto – gli scongiuri sono permessi – può far sorridere la Svizzera, perché nella lotta per il quarto posto nel Gruppo B era rimasta invischiata anche la Cechia di Cervenka, Hertl, Pastrnak, Krejci e compagnia cantante, non il più abbordabile degli avversari possibili a questo punto, anche se da ora in avanti conta solo battere chiunque.

Con la Germania non è stato affatto facile, come sempre, la fisicità e il forecheck profondo di Seider e banda hanno già fatto diverse vittime e in fondo i tedeschi il loro secondo posto se lo sono guadagnato tutto, gli unici capaci anche di rubare un punticino alla Svizzera.

E difatti la densità che che la squadra di Toni Söderholm è in grado di generare nei due slot e nella zona neutra ha dato grossi grattacapi alla Svizzera, che per lunghi tratti nel primo tempo non è stata in grado di prendere possesso del disco, e quando ci riusciva si ritrovava intrappolata nella “gabbia” a centro pista attuata dai tedeschi, un espediente tattico forse non più attualissimo ma che ha comunque la sua efficacia in rottura del gioco.

La bella rete di Ambühl in perfetta coordinazione con il compagno Corvi ha forse dato l’illusione che la partita potesse essere in leggera discesa per la Svizzera, ma il ribaltamento attuato da Wissmann e Loibl ha riportato tutti con i piedi per terra prima della pausa.

Come contro la Francia, la selezione di Fischer ha ripreso a giocare meglio nel secondo periodo, non a caso quando è riuscita meglio a liberarsi dalle marcature e a riprendere possesso del puck, e la risposta è stata data dal nuovo ribaltamento della situazione, con i gol di Suter e Malgin per il 3-2.

Nel terzo periodo la convinzione che gli elvetici potessero magari prendere il largo era concreta, ma alla Germania è bastato sfruttare un’indecisione difensiva per battere Berra e mandare tutti all’overtime sul 3-3, regalando comunque il primo posto nel girone alla Svizzera. Decisione rimandata ai rigori, dove i soli Hischier (che classe!) e Riat sono stati in grado di andare in rete, guadagnandosi il punto supplementare.

Contro gli USA ci sarà da aspettarsi un’altra partita dura sul piano del forecheck e della fisicità, con in particolare la forza muscolare di difensori come Seth Jones, Nate Schmidt e Jon Merrill, senza dimenticare che davanti qualche picco di talento non manca in una squadra comunque sempre per tradizione piuttosto giovane e da non sottovalutare.


GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)


HIGHLIGHTS

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Mondiali 2022