Social Media HSHS

Lugano

Obiettivo primi sei posti e miglioramenti a tutto tondo per il Lugano targato 2022/23

Il club bianconero punta ai playoff entrando dalla porta principale per portare avanti il suo progetto. Attesi grandi passi avanti anche nell’accoglienza e nell’offerta per i tifosi alla Cornèr Arena

LUGANO – Nella serata di lunedì si è svolta la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’Hockey Club Lugano nell’accogliente cornice del Ristorante Ciani, dove il sodalizio bianconero ha presentato gli obiettivi sportivi e societari per la stagione 2022/23

La prima a prendere la parola è stata la presidente Vicky Mantegazza, la quale ha sottolineato la vicinanza tra il club e il territorio, dalle iniziative per la campagna abbonamenti, alla presenza del club negli eventi estivi della città, agli sponsor e e la fornitura del catering della Cornèr Arena.

Il nuovo concetto di mobilità nella pista bianconera faciliterà l’accoglienza dei tifosi, che potranno muoversi in ogni settore della pista, così come le novità e il rinnovamento delle buvette e dell’offerta gastronomica (con 11 punti di ristoro e food-truck esterni) annunciando inoltre che si è superata la soglia dei 4’000 abbonamenti a una decina di giorni dalla chiusura delle vendite.

Oltre a ciò la presidente ha tenuto ad anticipare che in occasione della prima partita di campionato contro l’Ajoie verrà ritirata la maglia di Julien Vauclair, oggi direttore sportivo proprio dei giurassiani.

Il CEO Marco Werder ha ribadito gli obiettivi che erano stati messi sul piatto la scorsa stagione, confermando che il progetto sportivo va avanti come costruito, mentre sul piano societario l’accento è stato messo sul financial fair play. In questo caso il Lugano vuole essere da traino come società sportiva per una legge federale applicata nel mondo del lavoro, e Werder ha affermato che tredici squadre di National League sono favorevoli ad applicare un tetto salariale, ricordando che il club bianconero deve ancora alla confederazione 3,3 milioni di franchi nell’ambito degli aiuti nel periodo di Covid-19 da versare entro la fine della stagione 2023/24.

Presentate anche le nuove maglie per la stagione alle porte, con le due classiche casalinga e da trasferta e come novità una terza maglia utilizzabile anche in campionato, la quale porterà uno scudo con la scritta “LVGA” al posto del logo classico della squadra.

Per il lato prettamente sportivo Chris McSorley ha affermato di aver trovato una squadra più forte, ma di aspettarsi anche grandissima concorrenza in campionato, considerato oggi anche dal canadese come uno dei campionati migliori del mondo. Hnat Domenichelli ha puntato l’attenzione sul livello del torneo e sull’imprevedibilità di un campionato altamente competitivo, mettendo come obiettivo primario l’ingresso nei playoff dalla porta principale e non più dai pre playoff.

Sul piano degli effettivi, come già riferito è stato ingaggiato per la stagione il canadese Brett Connolly. Daniel Carr non è infatti ancora pronto a scendere in pista perché debilitato dal long Covid, mentre Julian Walker dovrà operarsi nuovamente e sarà fuori per altri 4-6 mesi.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Pubblicità

HSHS Talk su Spotify

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Lugano