Social Media HSHS

Mondiali 2021

La Svizzera chiude con una vittoria e lancia i quarti di finale

La prima metà di gara non è stata semplice per i rossocrociati, che sono però usciti alla distanza. Ora si attende di conoscere il nome dell’avversaria di giovedì

© Jari Pestelacci | JustPictures.ch

La Svizzera chiude con una vittoria e lancia i quarti di finale

SVIZZERA – GRAN BRETAGNA

6-3

(2-1, 4-1, 0-1)

Rete: 10’31 Hofmann (Corvi, Moser) 1-0, 11’08 Kirk 1-1, 16’43 Loeffel (Scherwey, Siegenthaler) 2-1, 25’34 Kirk (Richardson, Hammond) 2-2, 30’07 Alatalo (Corvi, Hischier) 3-2, 30’20 Bertschy (Scherwey) 4-2, 36’09 Bertschy (Diaz, Scherwey) 5-2, 37’45 Hischier (Kurashev) 6-2, 53’58 Connolly (Kirk, Hammond) 6-3

Note: Olympic Sports Centre
Penalità: Svizzera 3×2′ + 1×10′, Gran Bretagna 4×2′

RIGA – Per una buona metà di partita non è stato un incontro semplice per la Svizzera, che sapeva di non poter sottovalutare una sfida contro una Gran Bretagna capace di mettere in difficoltà un po’ tutti, ed infatti i ragazzi di Fischer hanno avuto bisogno di tempo per dare una chiara direzione alla contesa.

Dopo un inizio un po’ tiepido, caratterizzato da alcuni errori ed un dominio territoriale solo a fiammate, la Svizzera ha però preso ritmo ed ha imposto il suo volere, ottenendo infine la certezza di chiudere almeno al secondo posto il girone di qualificazione.

Il momento chiave è arrivato alla mezz’ora, quando nel giro di 13 secondi Alatalo e Bertschy hanno trovato due gol, portando sul parziale di 4-2 una contesa che Liam Kirk (salito a quota sette reti!) e compagni stavano interpretando bene. Con anche un po’ di fortuna i rossocrociati hanno così dato un giro di vite al punteggio nel momento giusto, legittimando poi con diverse belle giocate ed altre due reti una vittoria importante in vista dei quarti di finale.

Nuovamente tra i protagonisti Gregory Hofmann, a segno ma che purtroppo non è riuscito ad ottenere i punti necessari per laurearsi top scorer della prima fase del Mondiale, ma quanto ha mostrato sul ghiaccio in queste partite di qualificazione lo confermano come una freccia fondamentale all’arco di Patrick Fischer.

Complessivamente l’intera squadra rossocrociata – che ha lasciato a riposo Geisser ed era priva di Simion e Praplan – sembra comunque aver trovato equilibrio e solidità nelle sue linee, caratteristiche che resistono anche in quei casi in cui l’allenatore ha dovuto o voluto muovere delle pedine. Certo, ora che inizierà la fase ad eliminazione diretta si dovrà alzare il livello di intensità ed attenzione rispetto a quest’ultima uscita, ma dato il contesto martedì era difficile vedere in pista una Svizzera davvero al 100%.

Per ora dunque va bene così. I rossocrociati adesso attendono di sapere chi incontreranno nei quarti di finale in calendario giovedì, ed in questo senso la giornata di preparazione che la squadra avrà a disposizione sarà molto importante. Questa Svizzera ha comunque le armi per andare fino in fondo, ma ci vorrà la massima intensità da parte di tutti.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Mondiali 2021