Social Media HSHS

National League

Il Rapperswil vuole volare ancora, ma bisogna attendersi un assestamento

Con innesti stranieri di valore i Lakers vogliono continuare a stupire, ma tutto dipenderà ancora dalle mani magiche di Cervenka. Nessuno farà più sconti, i sangallesi sono destinati a tornare nei ranghi?

L’inizio della stagione 2022/23 di NLA si sta avvicinando a grandi passi, ed anche quest’anno HSHS vi darà una completa panoramica di tutte le squadre che compongono il massimo campionato svizzero.

Giorno dopo giorno troverete sulle nostre pagine commenti e analisi dei vari club, a cui abbiamo aggiunto un nostro pronostico di posizione in classifica al termine della regular season.


RAPPERSWIL

La rosa 2022/23

PORTIERI
Melvin Nyffeler, Robin Meyer

DIFENSORI
Emil Djuse (🇸🇪), Fabian Maier, Janis Elsener, Rajan Sataric, David Aebischer, Leandro Profico, Maxim Noreau (🇨🇦), Nathan Vouardoux, Inaki Baragano, Alain Bircher

ATTACCANTI
Roman Cervenka (🇨🇿), Jeremy Wick, Andrew Rowe (🇺🇸), Nico Dünner, Nando Eggenberger, Yannick-Lennart Albrecht, Nicklas Jensen (🇩🇰), Gian-Marco Wetter, Petr Cajka, Sandro Forrer, Yannick Brüschweiler, Dominic Lammer, Jordan Schroeder (🇺🇸), Sandro Zangger, Tyler Moy


(PostFinance/KEYSTONE/Patrick B. Kraemer)

Qual è il reale limite del Rapperswil? Ce lo si chiede ormai da due stagioni, dopo che i sangallesi hanno raggiunto una semifinale – da decimi in campionato – eliminando le macerie del Lugano, e poi un quarto di finale da quarti in classifica.

Passati da Jeff Tomlinson a Stefan Hedlund in panchina, il timore era che quanto costruito dall’attuale coach del Kloten potesse venire cancellato dal nuovo staff tecnico, invece, seppure fermandosi a uno stadio prima nei playoff, lo svedese ha fatto fare la crescita maggiore in regular season a Cervenka e compagni.

Il limite di questa squadra potrebbe già essere stato raggiunto, perché seppure invidiati da molti e decantati per la loro formula sostenibile e di rivalorizzazione di “talenti perduti” o presunti tali, dietro a risultati dei Lakers ci sono alcuni fattori altamente decisivi e per questo anche fragili.

Il primo fattore si chiama Roman Cervenka, autentico fuoriclasse che ancora oggi sta probabilmente nel cerchio dei tre giocatori più forti in assoluto su suolo europeo. L’impatto del ceco la scorsa stagione è stato devastante, basti pensare che il suo bastone è entrato addirittura nel 40% delle reti segnate dai Lakers (per paragone Kovar dello Zugo ha messo lo zampino nel 24% dei gol dei tori, che rimane una cifra molto elevata) e che il secondo marcatore della sua squadra, Leandro Profico, è rimasto staccato da lui da ben 34 punti!

(PostFinance/KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Non è stato un caso che durante i quarti di finale il crollo avuto dal Rapperswil sia coinciso con la mancanza di rendimento del proprio topscorer, accerchiato dalla difesa del Davos come si dovesse contenere un leone in una gabbia. Ovviamente anche altri giocatori hanno potuto godere delle capacità di Cervenka mano a mano che potevano contare sui suoi assist e sul “magic moment” della squadra, come un Sandro Zangger autore di 16 reti, in totale ma sole 3 da dicembre in avanti, o Lammer con 10 reti fino a dicembre e poi anche lui solo 3 da gennaio a marzo inoltrato.

Altro fattore fondamentale per il Rapperswil è stato quello del rendimento di Melvin Nyffeler, ormai assurto a sicurezza, il quale la scorsa stagione ha vissuto un’annata eccellente, soprattutto tra ottobre e gennaio quando è stato il miglior portiere della lega per percentuale di parate e gol subiti a partita, prima di vedere un normale assestamento verso il 2022, pur mantenendo livelli assolutamente di grazia.

In tutto questo ha retto bene la difesa del Rapperswil, nella media del campionato per prestazioni complessive sia a cinque contro cinque che in box play, aiutata da un sistema complessivo che vuole grande aggressività sul portatore del disco e che rallenta l’azione avversaria.


ARRIVI
Maxim Noreau (D, ZSC Lions)
Robin Meyer (G, Zugo)
Janis Elsener (D, Langnau)
Nicklas Jensen (F, Jokerit)
Jordan Schroeder (F, Jokerit)
Tyler Moy (F, Losanna)

PARTENZE
Marco Lehmann (F, Berna)
Igor Jelovac (D, Losanna)
Noel Bader (G, ritiro)
Simon Marha (F, Ambrì Piotta)
Steve Moses (F, HPK)
Zack Mitchell (F, Vityaz Podolsk)
Kalle Kossila (F, Växjö Lakers)
Benjamin Neukom (F, Olten)

STRANIERI
Maxim Noreau (D, 🇨🇦)
Andrew Rowe (F, 🇺🇸)
Roman Cervenka (F, 🇨🇿)
Emil Djuse (D, 🇸🇪)
Nicklas Jensen (F, 🇩🇰, 🇨🇦)
Jordan Schroeder (F, 🇺🇸)


© Hartford Wolf Pack

Il mercato estivo potrebbe aver aiutato a dare più profondità alla squadra e a togliere qualche responsabilità dalle spalle di un Cervenka che va pur sempre per i 37 anni, concentrandosi soprattutto sui valori stranieri. Lasciati partire i vari Moses e Kossila, sulle sponde del lido sono giunti tre innesti di valore come Jensen, Schroeder e Noreau.

Niklas Jensen è uno scorer puro che può rivelarsi letale in power play, anche se in passato non è mai riuscito a rendere secondo le altissime aspettative per avere la tendenza a passare da alti e bassi molto rapidamente, ma nei Lakers può sicuramente essere un valore aggiunto dal grande potenziale. Jordan Schroeder per contro andrà a rinfoltire l’asse dei centri proponendo una grande alternativa come playmaker alle idee di Cervenka, mentre Noreau in difesa è ormai una sicurezza, anche se l’età passa pure per il canadese, senza dimenticare l’arrivo a sorpresa delle scorse settimane di Tyler Moy, che rappresenta comunque un innesto interessante.

Sorprese potrebbero esserci anche con l’ex biancoblù Cajka, schierato spesso con gli stranieri nel top six durante il preseason, mentre in retrovia ci si aspetta ulteriore crescita dei talenti David Aebischer e Nathan Vouardoux, con quest’ultimo già autore di un’ottima scorsa annata.


Proprio la difesa, con l’ingaggio di Noreau che compensa ampiamente la partenza per Losanna di Jelovac, può fare ancora un passo avanti sul piano della creatività grazie a uno dei migliori interpreti del ruolo di blue liner da quando è in National League, mantenendo per contro la propria solidità.

È difficile oggi poter pronosticare quale sarà il ruolo del Rapperswil nel prossimo campionato, ma nonostante i miglioramenti con gli innesti dei nuovi stranieri e di Moy, l’impressione è che i Lakers si appoggino su un filo tenuto molto alto ma anche fragile, con il rischio di rientrare nei ranghi rapidamente.

Questa è forse la risposta alla domanda posta all’inizio, con il Cervenka della scorsa stagione i sangallesi hanno toccato e magari superato il loro limite – per quel che riguarda la regular season – quello di una squadra costruita con equilibrio e senso del valore ma tutto sommato con un potenziale tecnico “truccato” dalla presenza di un fuoriclasse di livello mondiale.

Nessuno sarà più disposto a sottovalutarli, e forse i Lakers potrebbero pagarne pegno con un campionato solo “normale”.


MIGLIOR INNESTO

Niklas Jensen: I Lakers hanno bisogno di scorer, quelli svizzeri hanno reso solo nei mesi iniziali e all’infuori di Cervenka, quelli stranieri hanno deluso. Jensen potrebbe colmare in parte questa lacuna grazie alle sue doti da sniper, rendendosi un cliente bruttissimo in power play e in coppia proprio con il ceco.

ADDIO DOLOROSO

Igor Jelovac: Non ci sono state molte partenze di peso (Lehmann si era accordato con il Berna già in dicembre), ma quella dell’ex biancoblù rimane importante. Jelovac si era costruito una stabilità in maglia sangallese, diventando un difensore affidabile e pilastro del reparto del Rapperswil, a uno dei giovani il compito di sostituirlo.

FATTORE X

Roman Cervenka: Lo diciamo senza giri di parole, l’apporto del ceco è stato un turbo nel motore del Rapperswil, decisivo su quasi metà dei gol segnati da tutta la squadra. Si dice che un uomo solo non fa la differenza su una rosa intera, ma lui può eccome, e se dovesse cominciare ad avere un calo, i Lakers dovranno prepararsi a sudare.


La classifica di HSHS

1. ZSC LIONS
2. ZUGO
3. GINEVRA
4. _________
5. BIENNE
6. _________
7. FRIBORGO
8. BERNA
9. RAPPERSWIL
10. __________
11. __________
12. KLOTEN
13. LANGNAU
14. AJOIE

Click to comment
Pubblicità

Partner

Pubblicità

HSHS Talk su Spotify

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in National League