Social Media HSHS

Nazionale

Lettonia piegata di nuovo, la Svizzera è lanciata

La Nazionale batte ancora la Lettonia grazie all’accoppiata Simion-Hofmann e si conferma in buona forma. Ora Fischer potrà svelare la rosa definitiva

Lettonia piegata di nuovo, la Svizzera è lanciata

LETTONIA – SVIZZERA

1-2

(0-1, 1-0, 0-1)

Reti: 0’55 Simion (Hofmann) 0-1, 36’58 Dzierkals (Cibulskis, Kenins) 1-1, 54’55 Hofmann (Alatalo, Simion) 1-2

Note: Riga Arena, porte chiuse
Penalità: Lettonia 6×2′, Svizzera 5×2′

RIGA – La Svizzera di Patrick Fischer conferma le buone impressioni di questa “monca” campagna di avvicinamento ai Mondiali con un’altra vittoria contro la Lettonia, stavolta piegata con il risultato di 2-1 al termine di una partita combattuta.

Il selezionatore elvetico ha riproposto per la gran parte gli stessi uomini visti all’opera venerdì sera, modificando parzialmente il line up nella composizione delle linee (a riposo Loeffel, Diaz, Egli, Herzog e Andrighetto) e facendo partire Leonardo Genoni come portiere titolare, lasciando intatta solo la linea di Hofmann.

Pur confermando le buone impressioni mostrate fin qui in queste settimane la Svizzera si è trovata di fronte un avversario di nuovo molto combattivo, che ha lasciato meno spazio nello slot rispetto alla sfida precedente, giocando di più sul piano fisico e a volte anche provocatorio, limitando di più gli spazi di manovra rossocrociati.

Non un male per Hofmann e compagni, che si sono così ritrovati in una partita difficile e rognosa, un test che li ha proiettati anche mentalmente verso la rassegna iridata al via tra pochi giorni e che sono comunque riusciti a superare con lavoro e pazienza.

Il tutto nel segno ancora dei “soliti” Dario Simion e Gregory Hofmann, con il primo a segno dopo nemmeno un minuto di gioco su assist del compagno dello Zugo e con lo stesso Hofmann a risolvere la contesa nel finale a 4 contro 3 su assist dell’altro fresco campione e neo bianconero Santeri Alatalo.

Un test più duro sotto molti punti di vista, con la Svizzera che ancora una volta si è fatta però prendere un po’ troppo sul piano delle penalità, con un metro di misura diverso rispetto a quello della National League e che deve essere di veloce apprendimento. Ad ogni modo Patrick Fischer può essere contento per gran parte di quello che ha visto sul ghiaccio, compresa la mezza partita giocata da Melvin Nyffeler, superato una volta dai lettoni ma in generale abbastanza sicuro tra i pali.

Dopo quest’ultima vittoria il selezionatore rossocrociato opererà gli ultimi tagli dando la forma definitiva alla sua squadra e pensando agli innesti in arrivo dal Nord America e a quello che molti hanno mostrato in queste amichevoli Fischer potrebbe ritrovarsi tra le mani una squadra decisamente competitiva.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale