Social Media HSHS

Interviste

Pelletier: “Non sottovalutiamo il Rapperswil, ma andiamo sicuri dei nostri mezzi”

L’allenatore bianconero ha posto l’accento sulla concentrazione della squadra verso l’obiettivo: “I ragazzi sono concentrati e pronti. Non sono sorpreso dai Lakers, si sono meritati appieno questi playoff”

LUGANO – Finalmente i giochi si fanno seri. Alla vigilia di Gara 1 contro il Rapperswil il Lugano ha portato gli ultimi ritocchi nell’approccio ai playoff, e Serge Pelletier sembra soddisfatto di come siano andati questi giorni in attesa dell’avversario:  “Sono contento della preparazione fatta con la squadra questa settimana – afferma il coach- i ragazzi sono concentrati e hanno ben chiaro l’obiettivo, sicuri dei propri mezzi”.

Serge Pelletier, come hai visto la squadra in questi giorni? Hai dovuto usare parole particolari per lanciare i playoff?
“Ho visto la giusta energia da parte della squadra, tutti hanno lavorato bene e sono pronti a partire. Non credo di dover usare troppe parole, tutti aspettavamo questo momento.”

Sorpreso dall’esito della sfida tra Bienne e Rapperswil?
“Non sono molto sorpreso, in una serie best of 3 può succedere tutto molto in fretta e nulla è già deciso all’inizio. Inoltre guardando entrambe le partite mi sono reso conto che il Rapperswil ha tutti i meriti della vittoria, hanno proposto un buon hockey.”

Su cosa avete lavorato in questa settimana senza partite?
“Dopo la sconfitta di Ginevra abbiamo lasciato due giorni liberi ai giocatori per ricaricare le batterie e poter troncare con la regular season. Al loro rientro abbiamo impostato degli allenamenti molto duri e negli ultimi giorni ci siamo concentrati anche sulla parte tattica con cui affrontare il Rapperswil.”

Ormai conoscete bene il Rapperswil, su cosa dovrete stare più attenti?
“Non vogliamo sottovalutare la squadra di Tomlinson, oltre al primo blocco di ottimo livello hanno alcuni giocatori interessanti come Marco Lehmann e Nando Eggenberger, che sanno dare velocità alla manovra. Inoltre sarà fondamentale limitare le penalità, perché sappiamo quanto siano pericolosi in powerplay.”

Per quanto riguarda gli infortunati, qual è la situazione?
“L’unico assente martedì sarà Tim Traber, per il resto abbiamo recuperato tutti gli infortunati. Quello di Jani Lajunen in particolare è un recupero importantissimo perché dà molto equilibrio alla squadra, è un giocatore che ha un grande impatto sul nostro assetto.”

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment

Altri articoli in Interviste