Social Media HSHS

Interviste

Müller: “Con tanti innesti tocca a noi trovare il giusto spirito, questo è un gruppo molto forte”

L’ex biancoblù ha vestito per la prima volta la maglia bianconera: “È un po’ strano, ma al derby non penso ancora. Il mio ruolo? Ci prenderemo del tempo, sono arrivati tanti nuovi giocatori e dovremo trovare la giusta struttura”

LUGANO – Erano diversi i nuovi volti che lunedì mattina hanno vestito ufficialmente per la prima volta la maglia del Lugano, ma tra loro ce n’era uno decisamente conosciuto.

L’attaccante Marco Müller è infatti passato in bianconero dopo la parentesi di Zugo – contraddistinta da 34 punti in 58 partite e la vittoria del titolo – e quattro stagioni giocate con l’Ambrì Piotta.

“La vita e la mentalità in Ticino mi piacciono molto, la mia volontà era quella di tornare e sono felice di aver trovare una soluzione con il Lugano”, ha debuttato l’attaccante al termine del primo allenamento della stagione.

Arrivi a Lugano da campione svizzero, sicuramente il modo migliore per iniziare un nuovo capitolo…
“Sì, è ed bello poter cominciare ad allenarci sul ghiaccio. È stata un’estate più corta del solito per me, ma sono felice di tornare in pista e di iniziare la mia avventura a Lugano. Guardo alla nuova stagione dopo aver vinto il titolo con lo Zugo, e questo è l’ideale perché chi mi conosce sa che io voglio sempre vincere. Alla Bossard Arena ho vissuto un bell’anno, ma ora inizia una nuova storia”.

Sicuramente hai già parlato con McSorley sul ruolo che avrai in squadra…
“Sì, abbiamo già discusso. Ci siamo però anche detti di prenderci del tempo per vedere come andranno le cose, in squadra sono arrivati tanti giocatori nuovi dunque vedremo che struttura assumerà il gruppo. Se preferisco essere al centro o all’ala? Personalmente non cambia nulla, mi piace giocare in entrambe le posizioni”.

Negli scorsi playoff avevi affrontato il Lugano, ora che ne fai parte che potenzialità vedi in questa squadra?
“Penso che abbiamo una squadra molto forte. La società ha operato parecchi innesti, dunque ora toccherà a noi giocatori trovare il giusto spirito di gruppo per far funzionare le cose al meglio. Se ci riusciremo saremo una bella squadra, ho un ottimo feeling ma naturalmente è tutto nelle nostre mani”.

Che effetto fa vestire la maglia bianconera dopo aver lanciato la tua carriera ad Ambrì? Il primo derby l’hai già segnato sul calendario?
“Al derby sinceramente non ci penso, il primo è ancora lontano. Ho imparato che a volte è meglio non farsi troppi pensieri. Ovviamente anche per me è un po’ strano essere ora un giocatore del Lugano, ma la vita ed il nostro business vanno così, tutti dobbiamo accettarlo. Ora sono felice di essere qui”.

Click to comment
Pubblicità

Partner

HSHS Talk su Spotify

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste