Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì vince anche a Friborgo ed ora è in vetta alla classifica

friborgoambir

FRIBORGO – Sembra assolutamente incredibile, ma dopo 17 partite l’Ambrì Piotta è capolista della NLA in compagnia del Davos! La squadra allenata da Serge Pelletier è riuscita a completare un nuovo weekend perfetto espugnando la BCF Arena di Friborgo, imponendosi con un 4-3 che nel finale ha traballato ma che ha nuovamente premiato la tenacia e l’organizzazione di squadra dei biancoblù.

Con Zurkirchen tra i pali e la sola assenza di Gautschi tra le differenze rispetto a venerdì (con susseguente ritorno di Bonnet), i leventinesi sono riusciti a sopperire alla maggior freschezza del Friborgo – che la sera prima non aveva giocato – grazie a quelle armi che hanno permesso loro di fare benissimo sinora: quattro linee compatte, un’organizzazione che rasenta la perfezione e tanto pattinaggio a tutta pista.

senza titolo-340-2

Consapevoli che i padroni di casa avrebbero alla lunga potuto contare su più energie, l’Ambrì ha spinto immediatamente sull’acceleratore sin dall’inizio, facendosi in generale preferire nettamente per tutto il corso del tempo iniziale. Le occasioni sono infatti fioccate già nei primi 10 minuti, quando Steiner – tiro interessante dallo slot – Pestoni e Giroux – soli davanti a Conz – hanno mancato delle ghiotte occasioni che non hanno però fatto altro che rendere consapevoli i biancoblù delle proprie potenzialità offensive.

A suonare la carica ci ha così pensato capitan Duca che, dopo diverse partite giocate su un ottimo livello, ha dato concretezza alla sua manovra con un tiro preciso che ha fatto secco Conz al 9’33.  Lo stesso numero 46 era però sulla panchina dei penalizzati quando Zurkirchen ha inavvertitamente infilato il disco nella sua stessa porta dopo fucilata di Kwiatkowski.

Per un Gotteron piuttosto annebbiato in avanti, ha fatto da contraltare un Ambrì più ficcante e che ha ritrovato il meritato vantaggio grazie ad una strepitosa accelerazione di Alexandre Giroux che – questa volta – presentatosi tutto solo davanti a Conz non ha fallito. Il canadese è ora al secondo posto della classifica marcatori della lega con 16 punti, mentre i compagni Steiner e Mieville sono a quota 14.

senza titolo-576

A partire dal secondo tempo il gioco si è poi “imbruttito” nettamente, con trame da entrambe le parti piuttosto confuse. Da tutto questo ne è però uscito vincitore e decisamente rinvigorito l’Ambrì Piotta, che – con Nordlund e Giroux penalizzati allo stesso momento – ha superato alla grande una fase di 2 minuti in doppia inferiorità numerica. L’episodio ha decisamente ringalluzzito i biancoblù che, dopo soli 19 secondi dall’inizio del terzo tempo, sono andati sul 3-1 grazie ad uno stupendo tiro di Park, abile nell’usare un difensore avversario come “screen” e a sorprendere quindi Conz con un veloce polsino.

L’Ambrì è poi apparso in controllo della situazione, trovando anche quel 4-1 ancora con Duca che avrebbe dovuto definitivamente chiudere la pendenza. Nel finale, però, la rete di Sprunger a 4′ dal termine ha riacceso le speranze locali, che hanno accarezzato l’idea di rimandare ogni decisione all’overtime quando Monnet ha insaccato anche il 4-3.

Ad dare una mano ai locali ci ha pensato una generosa penalità commissionata ad El Assaoui ma, nonostante questo, l’Ambrì si è confermato ottimo in boxplay (attualmente il terzo del torneo) ed ha condotto in porto la meritata vittoria. Ottima la prestazione di Zurkirchen che, dopo qualche partita di assenza, si è fatto trovare prontissimo ed ha confermato di essere una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Pelletier.

senza titolo-339

Non è invece riuscito a colpire il powerplay, che ha avuto però solo 2 occasioni in tutto l’incontro. In superiorità numerica l’Ambrì rimane comunque la miglior squadra del campionato con una rete ogni 7’16”.

L’entusiasmo ora è davvero alle stelle, con i tifosi che – dopo anni di sofferenza – si ritrovano a fine ottobre ad essere in vetta alla classifica, mentre si era solitamente “abituati” in questo periodo addirittura a pronosticare già i playout. L’ideale sarebbe ora per l’Ambrì traghettare l’ottimo stato di forma sino alla pausa della nazionale ottenendo altri punti importanti nelle tre partite rimanenti, a partire dal derby di martedì sera. In una Valascia strapiena, sicuramente sarà battaglia.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta