Social Media HSHS

Nazionale

La Finlandia è superiore, Svizzera battuta per 4-1

Gli Swiss Ice Hockey Games si concludono senza vittorie per la Svizzera, sconfitta anche dai finlandesi. Rossocrociati più distratti e a corto di energie

La Finlandia è superiore, Svizzera battuta per 4-1

SVIZZERA – FINLANDIA

1-4

(1-0, 0-3, 0-1)

Reti: 15’41 Frick (Praplan) 1-0, 20’16 Granlund (Hartikainen) 1-1, 26’55 Hartikainen (Aaltonen, Granlund) 1-2, 39’23 Ruotsalainen (Rajala, Tyrväinen) 1-3, 40’30 Granlund (Hartikainen) 1-4

Penalità: Svizzera 3×2′, Finlandia 3×2′

FRIBORGO – Si concludono con tre sconfitte su tre incontri disputati per la Nazionale svizzera gli Swiss Ice Hockey Games di Friborgo, con la selezione di Patrick Fischer superata anche nell’ultimo incontro dalla Finlandia.

Con Descloux in porta la squadra rossocrociata è apparsa meno lucida e concentrata almeno in alcuni momenti importanti della partita, in particolare a cavallo delle due pause, quando la Finlandia ha saputo segnare tre reti pochi secondi sia prima di entrare negli spogliatoi che al rientro sul ghiaccio.

Dopo aver chiuso in vantaggio il primo periodo – più equilibrato di quello che il risultato potesse dire – grazie a un assolo di Frick in contropiede, la Svizzera si è fatta sorprendere dal gol di Granlund già al 20’16, andando sotto per 1-3 alla seconda sirena a causa dei gol di Hartikainen e di Ruotsalainen, quest’ultimo in rete a 36 secondi dalla pausa.

La rete del ginevrino è stata segnata in evidente offside, non ravvisato per un paio di ragioni, in quanto un linesman era appena uscito per un infortunio (con gli arbitri che stranamente hanno deciso per dirigere con due principali e un solo assistente anziché il contrario) e per un problema con le videocamere non sarebbe stato possibile andare al video per le situazioni in entrata del terzo offensivo.

Situazioni grottesche a parte, dopo il parziale di 0-3 subito nel periodo centrale, la Svizzera ha subito l’1-4 per una sfortunata autorete ancora in entrata di periodo, non riuscendo più a mostrare una certa brillantezza per rientrare in partita. La Finlandia ha controllato la partita, lasciando un paio di break agli elvetici, gestendola bene sul piano del pattinaggio e dell’energia, vincendo molti più duelli individuali e mostrandosi più fluida nell’esecuzione del gioco contro una Svizzera più a corto di energie.

Per Patrick Fischer forse la frustrazione di non aver vinto nemmeno un incontro nel torneo casalingo a fronte di almeno due prestazioni brillanti contro Svezia e Cechia, ma per il selezionatore elvetico deve essere più importante aver colto ottimi segnali da diversi giocatori – anche neofiti o poco proposti in nazionale – e di aver comunque visto per la maggior parte del tempo quel gruppo compatto che caratterizza abitualmente la sua squadra.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale