Social Media HSHS

National League

I nuovi volti della NLA 2022/23: il finlandese Janne Kuokkanen

A Friborgo arriverà un giovane attaccante dal grandissimo talento. Tecnicamente dotato e principalmente un playmaker, Kuokkanen cerca il rilancio verso la NHL

© USA Today

I nuovi volti della NLA 2022/23: il finlandese Janne Kuokkanen

JANNE KUOKKANEN


Età: 24
Posizione: LW
Altezza: 185 cm
Peso: 88 kg
Shoots: left

Provenienza: New Jersey Devils (NHL)
Draft: 2016, round 2, 43esima scelta, Carolina Hurricanes
Contratto: un anno
Nazionalità: 🇫🇮

Sulla sedia del regista

Nell’attuale finestra di mercato non è certo una novità far registrare l’arrivo dell’ennesimo giocatore finlandese, ma il profilo individuato dal Friborgo per completare il proprio pacchetto stranieri è uno di quelli decisamente interessanti. Janne Kuokkanen è infatti un giovane attaccante dal grandissimo talento, il cui promettente percorso NHL ha avuto un passaggio a vuoto ma che in Svizzera potrà trovare il giusto contesto per esprimersi e rilanciarsi con decisione.

Tecnicamente Kuokkanen è infatti un’ala di grande classe, e le sue ottime mani si confermano di un livello superiore quando lo si osserva gestire il puck negli spazi stretti. Il 24enne si presenta inoltre come un giocatore dall’hockey IQ molto alto, ed il suo gioco dà il meglio in termini di distribuzione del disco ed in generale grazie alle sue capacità da playmaker.

Già nel percorso giovanile si è distinto per l’ottima visione di gioco e la sua abilità nel leggere le situazioni, ed in generale dà un buon contribuito a tutta pista nonostante nel suo gioco manchi una certa componente fisica. Piuttosto che battagliare alle assi preferisce insomma sfruttare i suoi istinti per farsi trovare nel posto giusto al momento giusto, il tutto supportato anche da un buon pattinaggio.

A Friborgo gli si chiederà probabilmente di andare più spesso alla conclusione, soprattutto con quel tiro di polso che se lasciato partire è molto pericoloso. In questo senso oltre oceano ha cambiato gradualmente mentalità abbandonando un po’ l’inclinazione “pass first” e cogliendo maggiormente le opportunità di conclusione.

Una promessa dell’hockey finlandese

Gli scout hanno seguito per anni lo sviluppo di Kuokkanen con molto interesse, balzando agli occhi degli osservatori grazie alla sua pazienza e precisione nello smistare il gioco.

Cresciuto nel settore giovanile del Kärpät, il ragazzo di Oulunsalo si è fatto un nome a livello internazionale grazie a quell’eccezionale Mondiale 2018 giocato nella stagione 2015/16, quando era stato uno dei protagonisti nella corsa alla medaglia d’oro con 7 punti in 7 partite. Il suo nome non passa così inosservato nel CHL Import Draft, dove viene scelto dai London Knights e con cui firma 78 punti in 74 partite nella sua prima stagione oltre oceano.

Nelle leghe giovanili ci resta però solamente un anno. Dopo il Draft nel 2016 in cui viene selezionato dai Carolina Hurricanes, il finlandese riesce a conquistare un posto in NHL già la stagione successiva, anche se viene poi girato in AHL dopo soli quattro incontri. Nelle minors conferma di avere un alto potenziale – 40 punti in 60 partite, top scorer della lega tra i ragazzi U20 – ma con gli Hurricanes non riesce praticamente mai a trovare un posto.

Dopo un percorso AHL che lo vede ottenere 130 punti (41 gol) in 153 partite arriva il momento di un cambiamento, che si concretizza con lo scambio ai New Jersey Devils.

Dal diavolo al dragone

I New Jersey Devils vedono in lui un grande potenziale, tanto da dare in cambio agli Hurricanes il difensore Sami Vatanen, ora in forza al Ginevra. “Ricordo che ero seduto ad uno Starbucks con degli amici, quando ho ricevuto notizia dello scambio”, aveva raccontato Kuokkanen. “All’inizio ero scosso, ma poi ho realizzato che avrei avuto una nuova opportunità in un’organizzazione in cui stavano crescendo tanti giovani giocatori”.

A Newark – nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia – riesce ad ottenere un posto fisso in squadra, e nelle ultime due stagioni ha militato solamente in NHL ottenendo un buon bottino di 42 punti in 107 partite. Inizialmente Kuokkanen deve scendere a patti con una collocazione “ballerina” nel lineup, ma poi trova stabilità nella linea di Sharangovich e Zajac. Quest’ultimo verrà poi scambiato ed il suo compagno diventa Jack Hughes, ed in generale le prestazioni restano positive.

Nella passata stagione le cose però non vanno sempre bene. Kuokkanen paga l’arrivo di giocatori più esperti che gli tolgono tempo di ghiaccio – su tutti Tomas Tatar – ed alcuni problemi fisici frenano il suo sviluppo. A febbraio viene in particolare fermato da un infortunio al polso, e così la sua posizione nella gerarchia scricchiola nonostante il biennale da 3.65 milioni firmato nell’agosto 2021.

Quando recentemente i New Jersey Devils si sono ritrovati a dover fare spazio nel proprio cap, Kuokkanen ha pagato dazio ed il suo contratto è stato oggetto di buyout. Il rilancio passerà ora dal Friborgo, che si è assicurato un giocatore dall’altissimo potenziale.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in National League