Social Media HSHS

Nazionale

Hanlon sconfitto al debutto con la Nazionale per 3-1 dalla Germania

germania
GERMANIA – SVIZZERA

3-1

(1-0, 1-1, 1-0)

svizzera
Reti: 16’23 Reimer (Gogulla) 1-0, 25’26 Suri (Martschini) 1-1, 29’16 Reimer 2-1, 59’33” Oppenheimer (Pietta) 3-1

Note: Olympia Eisstadion, 5’700 spettatori. Arbitri Gofman; Gaube, Merten
Penalità: Germania 3×2′, Svizzera 5×2′

MONACO – C’era tanta curiosità per il debutto sulla panchina della Nazionale svizzera di Glen Hanlon, alla prima uscita ufficiale da head coach della formazione rossocrociata. I confederati, zeppi di debuttanti sulla scena internazionale, hanno però giocato una partita piuttosto anonima e sono stati sconfitti con il punteggio di 3-1 dalla Germania.

Con il bianconero Manzato tra i pali – il numero 79 è pure stato eletto il migliore della sua squadra – e con un assetto difensivo improvvisato a causa delle molte assenze, gli svizzeri hanno iniziato l’incontro timidamente ed hanno lasciato condurre le danze ai colleghi tedeschi. Con ben otto neofiti sul ghiaccio era logico aspettarsi un primo impatto piuttosto “traumatico” e così dopo un lungo periodo di pressione– impietoso il parziale di 18 tiri a 7- al 15’ è arrivato il logico vantaggio tedesco a firma di Reimer.

Pur non incantando, nel secondo periodo la reazione elvetica c’è stata e per la prima volta gli uomini di Hanlon si sono resi pericolosi dalle parti di Endras. Con i tedeschi che in parte avevano già tirato i remi in barca è poi caduto il pareggio della Svizzera messo a segno da Suri, giunto al termine di una stupenda combinazione in velocità con Martschini e Lemm.

Non a caso è stato uno dei giocatori con più esperienza a trovare la via del gol, con le nuove leve che sono apparse sì volenterose, ma che in alcune circostanze hanno messo in mostra tutti i loro limitii. Il nuovo equilibrio è però durato poco perché, dopo nemmeno 3’, lo scatenato Reimer ha bucato Manzato per la seconda volta al termine di un’azione insistita.

Nel terzo tempo non è poi sostanzialmente successo nulla, con gli svizzeri incapaci di crearsi vere occasioni da gol ed i padroni di casa bravi a difendersi dalle rare incursioni degli avversari. Nel finale utile solo per le statistiche il definitivo 3-1 messo a segno a porta sguarnita da Oppenheimer, che è andato a rendere ancora più amaro il debutto di Hanlon.

Ovviamente risulta difficile giudicare il primo impatto avuto sulla Nati da parte del coach canadese dopo questi primi 60’. La selezione è solo una lontanissima parente di quella che scenderà in pista nelle occasioni che contano e il tempo necessario per instillare un nuovo concetto di gioco al gruppo è ovviamente più lungo.

Il prossimo impegno della Svizzera alla Deutschland Cup è in programma per sabato alle 19.45. I rossocrociati se la vedranno con il Canada, a sua volta battuto con un secco 4-1 nel primo match dalla Slovacchia.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale