Social Media HSHS

Interviste

Gianinazzi: “Orgoglioso dei miei giocatori, ora la pausa per continuare a crescere”

Il coach bianconero è felice della prestazione complessiva della sua squadra: “Molto solidi in difesa e cinici in attacco, finalmente per sessanta minuti, ecco quello che volevo vedere”

LUGANO – Dopo la vittoria sul Bienne in tanti hanno tirato un sospiro di sollievo, e sicuramente anche il coach bianconero è contento di poter arrivare alla pausa con una prestazione convincente dei propri ragazzi, vittoriosa sulla squadra più in forma del momento: “Sono orgoglioso della prestazione della squadra – esordisce il coach bianconero – l’obiettivo era proprio di avere finalmente una riuscita sui sessanta minuti”.

Luca Gianinazzi, una partita preparata bene anche sul piano difensivo…
“Siamo stati molto solidi e concentrati difensivamente, abbiamo veramente concesso pochissimo al Bienne e finalmente da parte nostra c’è stato finalmente un po’ di cinismo nello sfruttare le occasioni da rete”.

Un aspetto su cui lavorare è sicuramente il powerplay, da dove possono arrivare tutte queste difficoltà?
“Devo dire che prima della partita abbiamo cambiato le linee di powerplay e ci siamo presi un certo rischio nel fare un cambiamento senza allenarlo particolarmente, ma quando le cose non funzionano sta a noi dello staff cercare le soluzioni e quindi abbiamo cercato di cambiare qualcosa. Anche riguardo il cinque contro tre non dico fosse improvvisato ma comunque era sul ghiaccio con combinazioni inedite ed ha fatto un po’ fatica a girare, trovando comunque un paio di occasioni interessanti. Ad ogni modo non c’è dubbio che sarà un argomento molto importante durante i prossimi giorni”.

Hai cambiato anche le linee offensive, sei sempre alla ricerca delle combinazioni giuste?
“Alla fine quello di trovare le combinazioni e le alchimie giuste tra i giocatori è un lavoro continuo, quindi devo cercare di mettere nelle migliori condizioni possibili i giocatori perché possano avere un’intesa e fare in modo che i blocchi possano funzionare, penso che contro il Bienne le cose siano andate bene in questo senso”.

Hai avuto una bella risposta anche da Niklas Schlegel, il quale non giocava da parecchio tempo…
“Schlegel ha dimostrato ancora di essere un ottimo portiere e di poter vincere partite in un campionato così difficile, ha giocato poco ultimamente ma sono felice di come si sia fatto trovare pronto contro il Bienne”.

E ora come pianificherete questi dieci giorni senza campionato?
“Innanzitutto ci prenderemo qualche giorno di pausa, sia per i giocatori che hanno lavorato tanto in questo periodo che per noi dello staff, dato che siamo saliti su un treno in corsa senza ancora poterci fermare un attimo. In quei giorni dovremo pianificare al meglio la pausa per capire quali siano gli aspetti da migliorare e su cui lavorare maggiormente prima di riprendere il campionato”.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste