Social Media HSHS

Inline

Rangers LS condannati ai playout, al via i Campionati Europei Attivi

naizonla

Era nell’aria da ormai molto tempo ed ora è ufficiale: i Rangers LS disputeranno la serie di play-out, al meglio delle 5 partite, contro la retrocessione in prima lega.

Domenica scorsa, i Rangers LS hanno perso anche l’ultima possibilità per aggrapparsi ad un posto nei play-off, uscendo sconfitti dal palazzetto dell’Inline di Wolfurt. Senza mai veramente entrare in partita, i luganesi hanno subito il gioco aggressivo degli austriaci, che si sono portati avanti per 5 reti a 0 durante il primo tempo. Dopo la pausa è arrivata la timida reazione degli ospiti, che grazie a capitan Luca Hunziker hanno siglato l’unica rete del periodo centrale, prima di cedere definitivamente il passo al Wolfurt che, in seguito al parziale di 9-6 nel periodo conclusivo, ha matematicamente condannato i luganesi ai play-out, sul punteggio finale di 14-7.

Una stagione difficile, quella dei luganesi, che proprio come la “nostra” estate, non è mai decollata. Dopo un’entrata in materia disastrosa, con 6 sconfitte in altrettante partite, gli uomini di Mattia Maffioretti, hanno provato a risalire la china, ma complici alcune assenze pesanti e diverse sconfitte di misura, con un fattore sfortuna non sempre trascurabile, l’impresa si è viepiù tinta di chimera. Con un esiguo bottino di 3 vittorie in 16 partite, i Rangers LS si trovano in “buona” compagnia, a pari punti con gli zurighesi del Langnau Stars, contro i quali disputeranno questa ingrata serie “da paura”. Durante la stagione regolare le due compagini si sono divise i punti in palio, con una vittoria a testa, ma sarà determinante il vantaggio casa.

Per garantirsi questo importante aiuto psicologico, i Rangers LS hanno a disposizione ancora 2 partite di campionato. Da non perdere dunque, sabato 13 ottobre alle 17.00, sul campo di Pregassona, l’incontro che vede i Rangers LS ospitare il Rothrist II, compagine chiaramente alla portata dei luganesi.

Buone notizie invece arrivano dalla seconda lega, dove sia il Sayaluca CL II di Paolo Santoro, sia il Capolago Flyers di Bruno Bernsasconi si sono facilmente qualificati per i play-off di promozione in prima lega. Il cammino, contro la concorrenza transalpina è naturalmente in salita, ma i numeri ci sono, eccome, per fare bene. Affaire a suivre.

Da seguire invece fin da subito i Campionati Europei Attivi per Nazioni, che si disputeranno questo fine settimana a Kaarst, vicino a Düsseldorf, e che vedranno i ticinesi Alain Didier (Malcantone), Roy Bay, Aron Fassora, Marcel Müller e Pietro Fassora (Sayaluca CL) impegnati a difendere i colori rossocrociati. Lo staff del coach Daniel Biétry parla italiano, infatti troviamo Andrea Giovetto, in qualità di assistenze allenatore, Omar Passera, quale responsabile del materiale e Domizia Belladelli, come massaggiatrice.

Anche quest’anno, la nazionale Svizzera può e anzi deve ambire al titolo, ma la concorrenza è agguerrita. Accanto alla Germania, campione in carica, con i soliti Weisheit, Esser, Fettinger, e via dicendo, possono stupire gli inglesi, che oltre ad un Alex Pearman in forma “mondiale” ed uno Steve Dickinson strepitoso, possono contare su un gioco di squadra intelligente e spettacolare.

Non possiamo dimenticare i Danesi di Oliver Sommer, noti per un gioco più duro e concreto, che cercheranno di rifarsi dopo il deludente quarto posto fatto registrare proprio in Danimarca l’anno scorso. Ai piedi di questo quartetto, troviamo Austria e Olanda, nazioni modeste che non dovrebbero impensierire le “grandi” dell’Inline, …ma a chi non piacciono le sorprese? Potete seguire tutte le partite degli Europei su www.fsih.ch oppure su www.topsniper.ch

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline