Social Media HSHS

Nazionale

Seconda vittoria per la Svizzera, Germania battuta ai rigori

Nella seconda giornata di Deutschland Cup i rossocrociati hanno avuto la meglio sui padroni di casa dopo aver sprecato un vantaggio di 3-1

Seconda vittoria per la Svizzera, Germania battuta ai rigori

GERMANIA – SVIZZERA

3-4

(1-2, 0-1, 2-0; 0-1)

Reti: 1’27 Pföderl (Pietta, Hungerecker) 1-0, 2’20 Herren (Martschini, Kreis) 1-1, 9’09 Rod (Kreis) 1-2, 28’03 Rod, 51’32 Bergmann (Pfohl) 2-3, 59’19 Noebels (Ebner, Kink) 3-3

Rigori: Martschini, Herren

Note: Krefeld Königspalast
Penalità: Germania 4×2′, Svizzera 4×2′

KREFELD – Dopo la vittoria sulla Slovacchia, il secondo impegno per la Svizzera alla Deutschland Cup ha visto gli elvetici sfidare i padroni di casa della Germania.

Certo, difficilissimo comparare le nazionali in pista a quelle che hanno vinto l’argento al mondiale e rispettivamente ai Giochi Olimpici invernali, ma le sfide tra rossocrociati e tedeschi rimangono molto sentite, soprattutto in terra teutonica. Ne è stata una prova il caldo ambiente trovato al KönigPalast, ma anche l’equilibrio regnato per gran parte dell’incontro.

Solo nel periodo in cui la Svizzera stava conducendo per 3-1 (doppietta di Rod e rete di Herren) è sembrato che Flüeler e compagni potessero prendere il largo sulla Germania ma, un po’ di “braccino corto” e un paio di sbavature difensive hanno lasciato rientrare i padroni di casa fin sul 3-3 a soli 40 secondi dalla terza sirena.

Le cose per la Svizzera si erano messe su un cattivo binario dopo il vantaggio di Pföderl nonostante i primi cambi a spron battuto degli ospiti. Gli uomini di Fischer (il quale ha operato alcuni cambiamenti, fuori Pestoni, Albrecht e Karrer per Bachofner, Pachoud e Flüeler) hanno saputo però reagire subito, grazie a due belle reti di Rod ed Herren, portandosi sul 2-1 già al 10′.

A metà incontro è arrivata la doppietta di Rod che ha marcato il momentaneo 3-1 – carambola sfortunata sui pattini svedesi e tap-in facile del ginevrino – e da qui la Svizzera non ha saputo mettere un’ulteriore marcia in più. I tedeschi hanno forzato le operazioni, colpito un palo e poi segnato il gol dell’aggancio con Bergmann, prima che Noebels mandasse tutti all’overtime al 59’40.

Nulla di fatto nel prolungamento, solo i rigori trasformati da Martschini ed Herren hanno dato la vittoria alla Svizzera.

Una Svizzera che come ci ha abituato ultimamente sotto la guida di Fischer riesce a proporre un gioco offensivo vivace e piuttosto “aperto”, questo anche con le selezioni dei tornei amichevoli, ciò significa che il selezionatore sa far passare il suo messaggio.

Da rivedere la fase difensiva, ma con elementi molto meno esperti e che non hanno mai giocato assieme è comprensibile che ci sia qualche incomprensione, ad ogni modo l’impressione può essere giudicata come positiva finora.

Particolarmente in luce contro la Germania i losannesi Herren e Bertschy, a conferma del momento positivo che attraversano con la loro squadra in campionato, mentre in difesa hanno dato buoni segnali Kreis (due assist) e Marti.

Domenica alle 11.00 ultima partita del torneo per i rossocrociati, avversario sarà la Russia.


HIGHLIGHTS

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale