Social Media HSHS

Inline

Nell’inline il Malcantone può tornare a sorridere

La compagine di Renzo Ricci ha inaugurato al meglio la nuova pista di Cassina d’Agno, vincendo il derby contro il Sayaluca. Passati dapprima due volte in svantaggio, i malcantonesi sono riusciti a portarsi sul 3 a 2 al termine del primo tempo, per poi effettuare l’allungo decisivo nel periodo centrale, terminato sul 5 a 2.

La reazione degli ospiti luganesi non si è fatta attendere, ma l’ottimo estremo difensore Stefano Brazzola, coadiuvato da una difesa compatta e grintosa, ha perfettamente gestito l’assedio del Sayaluca, il cui allenatore Gracco Barberis ha giocato la carta della disperazione, togliendo il portiere per fare spazio ad un giocatore di movimento in più negli ultimi minuti.

Anche in questo caso, come spesso succede, è arrivata la rete a porta sguarnita, che ha fissato il punteggio sul 6 a 3 finale. Una vittoria meritata per il Malcantone di Luca Gianinazzi, che rilancia così la propria stagione, mentre il Sayaluca sta vivendo un evidente momento di flessione.

“Dobbiamo ricominciare a lottare e lavorare con umiltà, tornando a divertirci”, ci spiega il coach del Sayaluca, Barberis. Una ricetta che i luganesi potranno mettere in pratica sabato 9 giugno alle 17.00 tra le mura del Palamondo di Cadempino, contro il modesto Buix.

Vola di derby in derby il Malcantone, che venerdì 8 giugno alle 20.00 ospita sulla pista di Cassina d’Agno il Novaggio Twins di Alessio Antonietti. Galvanizzato dalla vittoria contro il Sayaluca, il Malcantone cercherà di cavalcare l’onda del successo e dare una sterzata decisiva alla sua fin qui pallida stagione da fanalino di coda.

“Sarà una partita molto difficile, contro un avversario che non è mai morto”, asserisce coach Ricci. All’andata, infatti, il Malcantone si è fatto recuperare e battere ai supplementari da un sorprendente Novaggio, che però attualmente è in crisi ed in cerca di risposte. Ecco allora che il derby diventa l’occasione d’oro per fare il pieno di emozioni ed entusiasmo, ingredienti fondamentali per tornare a vincere.

Gli occhi dell’inline ticinese sono tutti puntati sulla compagine juniores del Sayaluca, che dall’8 al 10 giugno sarà a Kaarst, in Germania, per disputare i campionati europei per squadre. Il vice-campione svizzero del 2017 potrà presentarsi con la stessa formazione dell’anno scorso, con tanto di Bernasconi, Gonçalves e Bardocci, che quest’anno militano in LNA.

La concorrenza europea, e soprattutto quella tedesca, è semplicemente spietata, ma il Sayaluca ha tutte le carte in regola per fare bene e da settimane si sta preparando meticolosamente per questo evento. Per coach Giovetto, che nel 2001 aveva già portato una squadra juniores alla conquista della medaglia di bronzo ai campionati europei, la strada da seguire è una sola “con 2 tempi da 12 minuti per ogni partita, dobbiamo giocare velocemente e in maniera diretta sulla porta avversaria”.



Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment

Altri articoli in Inline