Social Media HSHS

Interviste

Siegenthaler: “Ogni avversario è diverso, bisogna essere pronti ogni giorno”

Il difensore dei New Jersey Devils sa che la Svizzera può fare meglio ma non si scompone: “Bisogna anche dare merito al Kazakistan, ci ha messo in difficoltà lottando su ogni disco”

HELSINKI – Qualcuno aveva messo in guardia l’ambiente, se non affrontato nella giusta maniera, anche il Kazakistan sarebbe potuto diventare un avversario difficile da affrontare.

La Svizzera si è complicata la vita in un match dominato ma in cui è stata molto imprecisa in finalizzazione e nella manovra, permettendo agli asiatici di rimanere in partita: “L’importante è aver raggiunto l’obiettivo dei tre puntiesordisce Jonas Siegenthalerma credo che comunque abbiamo meritato questo risultato”.

Jonas Siegenthaler, forse però in questo caso possiamo salvare solo i tre punti…
“Forse è vero, ma non è stata assolutamente facile come qualcuno avrebbe potuto immaginarsi. Il Kazakistan ha dimostrato di essere una buona squadra, che lotta e che sa come mettere in difficoltà l’avversario, inoltre sul ghiaccio i giocatori hanno un’ottima intesa”.

Capita che in un torneo corto e con tante partite ravvicinate possa esserci un calo di tensione?
“L’obiettivo ovviamente è di guardare partita per partita e concentrarsi al massimo per guadagnare i tre punti davanti a ogni avversario. Per ora ci siamo riusciti e ci siamo meritati la nostra posizione, ma ogni giorno c’è un avversario diverso che gioca in maniera diversa e nel prossimo impegno sarà ancora così”.

Comunque avete incamerato nove punti in tre partite, ma ora arriveranno gli avversari più tosti, cosa ti aspetti dai prossimi impegni?
“Dobbiamo pensare a noi stessi, aumentare il ritmo e giocare come sappiamo, ora arriveranno avversari molto forti ma sappiamo di essere pronti ad affrontare chiunque”.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste