Social Media HSHS

Inline

Panoramica nel mondo dell’inline sui campionati mini e novizi

unnamed

Mentre Malcantone e Sayaluca continuano a fare molto bene nella categoria regina – infatti il Malcantone è andato a cogliere altri 3 punti importanti sul campo amico di Agno, sconfiggendo i modesti vodesi dell’Avenches – il futuro dell’inline hockey ticinese non sta certo a guardare.

Andiamo allora ad analizzare la stagione delle squadre ticinesi impegnate nei campionati mini e novizi. Purtroppo anche quest’anno il campionato mini, riservato ai giocatori fino ai 12 anni, è puramente ticinese e si svolge dunque a sole 3 squadre. Un triangolare dominato dal Sayaluca del coach Lorenzo Telleschi, che forte di una rosa fornitissima, ha facilmente vinto tutte le partite fin qui disputate, piazzandosi al primo posto con 21 punti in 7 partite.

Vige un grande equilibrio invece tra il MGI Malcantone/Novaggio Twins di Stefano Iori ed i Rangers Lugano di Mauro Bizzozero, che si ritrovano secondi a pari merito con 6 punti a testa. Il Sayaluca si è di fatto già garantito l’accesso alle finali svizzere che si terranno in autunno, ma oltre al risultato prettamente sportivo, il vero successo in questa categoria è riuscire ad infondere l’entusiasmo e la passione per questo sport e al contempo insegnare correttamente i fondamentali dell’inline hockey.

Il discorso di formazione è simile anche nella categoria novizi, che comprende ragazzi e ragazze tra i 13 ed i 15 anni. Anche qui l’aspetto agonistico dovrebbe restare in secondo piano, lasciando ampio spazio al divertimento e alla crescita individuale e collettiva di quelli che saranno i nostri futuri campioni.

Il campionato novizi ticinese a quattro squadre è all’insegna dell’equilibrio e vede in testa i Capolago Flyers di Andrea Pozzi, che precedono di soli 3 punti i Rangers Lugano di Andrea Giovetto e di 6 punti il Sayaluca di Alfio Brignoni. Leggermente staccato resta il Malcantone di Michael Ceresa, che si è però sempre mostrato un avversario all’altezza delle contendenti. Alla fine solo le prime due staccheranno il biglietto per le finali svizzere di ottobre.

La concorrenza oltre Gottardo ha una marcia in più, ma l’impressione è che finalmente il Ticino stia prendendo in mano le redini del proprio futuro, cominciando ad attuare un lavoro di formazione e promozione dell’inline hockey molto accurato e professionale. Avanti così!

Attualmente la Federazione Svizzera di Inline Hockey sta valutando la possibilità di ampliare i gironi svizzero-tedeschi di categoria Mini e Novizi, integrando le squadre ticinesi, proprio come è già stato fatto nella categoria juniores. Se verrà attuata, questa piccola rivoluzione permetterebbe ai nostri giovani di misurarsi regolarmente con avversari d’oltralpe, rendendo il campionato molto più stimolante.

Mentre i giovani hanno già messo da parte i pattini per calzare le infradito in spiaggia, la LNA disputa l’ultimo turno prima della pausa estiva. Sabato alle 18.00 al Palamondo di Cadempino, il Sayaluca di Bobo Bernasconi affronterà la neopromossa Bienne 90, in quel che si preannuncia un incontro spettacolare ed avvincente, mentre il Malcantone di Marzio Camponovo si recherà sul difficile campo di Rothrist per cercare di strappare un’altra vittoria.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all’inline hockey.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline