Social Media HSHS

NHL

NHL 13/14, tutte le squadre su HSHS: New York Rangers

presentazionesquadranhl

A partire dal 1 di ottobre ricomincerà finalmente lo spettacolo della NHL, con Toronto Maple Leafs e Montreal Canadiens che saranno le prime due squadre a darsi battaglia nel campionato 2013/14.

Dopo l’incubo del lockout dello scorso anno, finalmente potremo tornare a gustarci il miglior hockey del mondo sull’arco di 82 partite di regular season, che saranno caratterizzate anche dalle nuove division introdotte alcune settimane orsono.

Come successo negli ultimi due anni, anche stavolta HSHS vi proporrà la presentazione di tutte e 30 le franchigie della NHL, con degli articoli riassuntivi che ci accompagneranno sino a fine settembre. Il nostro intento è quello di riassumere i movimenti di mercato e le ambizioni di ogni squadra analizzandone i reparti difensivi, d’attacco ed i portieri a disposizione. Buona lettura!


NEW YORK RANGERS

Le aspettative attorno ai New York Rangers – complice l’arrivo di Rick Nash – erano davvero altissime. Le Blueshirts hanno però faticato per tutto il corso del campionato, staccando il biglietto per i playoff solamente ad un paio di partite dal termine della regular season grazie ad una rete nell’overtime contro Carolina di Ryan Callahan, mentre la stagione precedente il loro pensiero era rivolto addirittura alla conquista del Presidents’ Trophy (poi vinto per un paio di punti dai Vancouver Canucks).

I Rangers hanno poi superato un turno di playoff estromettendo i Washington Capitals, ma sono poi apparsi palesemente inferiori ai Boston Bruins. Per quanto messo sul ghiaccio, però, New York ha dovuto ringraziare soprattutto la superstar Henrik Lundqvist, che per tante (troppe!) partite ha nascosto con le sue strepitose parate i tantissimi problemi che attanagliavano la squadra. Il GM e presidente Glen Sather non si è però fatto incantare, ed ha premuto “RESET” allontanando il testardo John Tortorella ed ingaggiando Alain Vigneault dai Vancouver Canucks.

Vigneault nel suo periodo in Canada ha avuto parecchio successo, fallendo però la conquista della Stanley Cup nel 2011, quando i Canucks erano i grandi favoriti. Il primo problema che il nuovo coach dovrà cercare di sistemare è quello relativo all’attacco, lo scorso anno solamente il 15esimo della lega e capace di segnare appena 26 gol in 12 gare di playoff.

Dopo aver ceduto Marian Gaborik ed aver deciso di non utilizzare l’opzione del buyout nei confronti del contratto da 6.7 milioni di Brad Richards, i Rangers non hanno avuto molto spazio di manovra per cercare di ingaggiare un attaccante da “top six”. L’attenzione è infatti andata al rinnovo di giocatori chiave come McDonagh e Hagelin, mentre Derek Stepan dovrebbe firmare nei prossimi giorni.

very_large_180803523(blueshirtsunited.com)

Il reparto offensivo avrà però bisogno almeno di una quarantina di reti da parte di Rick Nash e di una conferma del promettente Chris Kreider, che ha le potenzialità di mettere a segno almeno 20 gol. Inutile dire, inoltre, che per sperare davvero di rincorrere la Stanley Cup i Rangers dovranno vincere la scommessa fatta con Brad Richards.

Sul fronte difensivo New York è stata una delle migliori squadre in assoluto negli ultimi anni sotto la guida di John Tortorella, ed anche quest’anno il settore appare sulla carta più solido che mai. McDonagh, Staal e Dan Girardi sono potenziali candidati all’All Star Game, mentre John Moore ha mostrato davvero delle belle cose dopo essere arrivato da Columbus assieme a Brassard in cambio di Gaborik. A loro si aggiungono Del Zotto e Stralman – due elementi di buon livello, seppur incostanti – ed il nuovo arrivato Justin Falk.

La preoccupazione in difesa riguarda Marc Staal e la sua abilità di tornare al 100% dopo la discata all’occhio che lo aveva messo KO a metà della passata stagione. Stando a quanto affermato dopo la prima partita del preseason, però, le sensazioni sono ottime.

In porta vi sarà naturalmente “The King”, Henrik Lundqvist, che diventerà RFA al termine del campianto e che ci si aspetta diventerà il portiere più pagato al mondo per i prossimi 8 anni. Negli ultimi anni è stato l’autentica colonna portante della franchigia, vincendo anche in Vezina Trophy nel 2012 e portando i Rangers ad un livello superiore. Alle sue spalle si giocheranno il posto di backup Martin Biron e Cam Talbolt, il cui futuro sarà determinato dai match del preseason.


LE SQUADRE GIÀ PRESENTATE

New Jersey Devils
Florida Panthers
Carolina Hurricanes
Buffalo Sabres
Tampa Bay Lightning
Washington Capitals
New York Islanders
Toronto Maple Leafs
Columbus Blue Jackets
Montreal Canadiens
Philadelphia Flyers
Ottawa Senators

Calgary Flames
Winnipeg Jets
Colorado Avalanche
Phoenix Coyotes
Edmonton Oilers
Nashville Predators
Anaheim Ducks
Dallas Stars
Vancouver Canucks
Minnesota WildSan Jose Sharks
St. Louis Blues

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL