Social Media HSHS

NHL

NHL 13/14, tutte le squadre su HSHS: Buffalo Sabres

presentazionesquadranhl

A partire dal 1 di ottobre ricomincerà finalmente lo spettacolo della NHL, con Toronto Maple Leafs e Montreal Canadiens che saranno le prime due squadre a darsi battaglia nel campionato 2013/14.

Dopo l’incubo del lockout dello scorso anno, finalmente potremo tornare a gustarci il miglior hockey del mondo sull’arco di 82 partite di regular season, che saranno caratterizzate anche dalle nuove division introdotte alcune settimane orsono.

Come successo negli ultimi due anni, anche stavolta HSHS vi proporrà la presentazione di tutte e 30 le franchigie della NHL, con degli articoli riassuntivi che ci accompagneranno sino a fine settembre. Il nostro intento è quello di riassumere i movimenti di mercato e le ambizioni di ogni squadra analizzandone i reparti difensivi, d’attacco ed i portieri a disposizione. Buona lettura!


BUFFALO SABRES

buffalo sabres

Non sono momenti facili quelli che stanno attraversando i Buffalo Sabres, come ben testimonia la dichiarazione del GM Darcy Regier: “La parola chiave per i prossimi anni inizia con la lettera S. Sfortunatamente non sto parlando di Stanley, ma bensì di sofferenza”.

Queste parole non lasciano nessun dubbio e lanciano una stagione che vedrà la formazione più proiettata verso la conquista del primo pick del prossimo draft piuttosto che della sua prima coppa. Se a tutto questo si aggiunge il fatto che la squadra ha mancato l’appuntamento con il post season in quattro delle ultime sei stagioni e non vince un round di play off dal lontano 2007, ecco che i malumori dei tifosi sono facilmente comprensibili.

Gran parte delle difficoltà della formazione americana sono legate ad un attacco semplicemente deficitario, che nella passata stagione è stato soltanto il ventiduesimo della lega. Nonostante uno stuolo di centri giovani e di qualità, la scarsa attitudine difensiva di questi ultimi e le deludenti prestazioni delle ali hanno inchiodato al suolo le ambizioni della squadra. In aggiunta, oltre vantare nel roster giocatori in fase discendente come Leino e Stafford e rocciosi ma poco influenti come Kaleta e Ott, i Sabres guardano con preoccupazione anche al futuro visto che il contratto della star Thomas Vanek è in scadenza al termine di questa stagione.

5186613490_357f1e0551_z

Sul fronte difensivo, la stagione di Tyler Myers è un fedele specchio della disastrosa annata dei Sabres. Il possente atleta è infatti arrivato fuori allenamento, ha faticato a lungo ed ha terminato la stagione rompendosi una gamba. Gran parte del successo della retroguardia di Buffalo passa da un suo ritorno alla forma che gli ha permesso di conquistare il Calder Trophy nel 2010. L’arrivo dell’ex Berna Tallinder da New Jersey e di Jamie McBain da Carolina dovrebbe dare una spinta alla produzione offensiva, visto che nella passata annata dalle retrovie sono arrivate solo 18 reti.

In porta Ryan Miller è anch’esso alla sua ultima stagione di contratto e potrebbe essere candidato ad essere scambiato a stagione in corso. La posizione è comunque coperta dal back-up Jhonas Enroth, che dopo una serie di prestazioni convincenti ha pure brillato ai Mondiali, trascinando la Svezia alla medaglia d’oro e assicurando dunque sicurezza almeno in questo reparto.

A meno che i giovani si riscattino e prendano sulle spalle tutto il peso della squadra e che Vanek dia il meglio di se in quella che si prospetta l’ultima sua stagione ai Sabres, come già detto, a Buffalo non resta che soffrire.


LE SQUADRE GIÀ PRESENTATE

New Jersey Devils
Florida Panthers
Carolina Hurricanes

Calgary Flames
Winnipeg Jets

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL