Social Media HSHS

Inline

Nel mondo dell’inline la Nazionale svizzera U19 è sul tetto d’Europa!

Semplicemente fantastico! La Svizzera U19, dopo 4 anni di purgatorio, torna sul tetto d’Europa! Capitanata dal fenomeno ticinese Edo Cornaro, la nazionale è riuscita a crescere partita dopo partita, arrivando all’appuntamento con la finalissima in perfetta forma fisica e mentale.

Un Europeo a specchio per gli elvetici. Infatti, dopo essersi facilmente sbarazzata della nazionale austriaca nel debutto di sabato, la Svizzera si è vista infliggere un 3 a 6 da parte della Germania, grande favorita e vincitrice delle ultime 3 edizioni.

Ma già nel secondo scontro diretto, finito sul 3 a 3 era chiaro che questa Svizzera avrebbe avuto più di una possibilità per tornare a brillare in Europa. Con Austria e Gran Bretagna costrette a giocarsi la medaglia di bronzo, andata per un soffio agli inglesi, Svizzera e Germania hanno dato spettacolo in una finalissima giocata a livelli stellari.

Spinti da un’enorme fame di vittoria e un ineguagliato spirito di gruppo, gli elvetici hanno lottato su ogni pallina, facendo prova di abnegazione e disciplina. “Abbiamo curato ogni minimo dettaglio”, ci spiega l’assistente allenatore, Andrea Pozzi, “costruendo la vittoria già durante il viaggio di andata a Krefeld”.

Un lavoro mentale che permesso alla Svizzera di vincere la partita più importante sul 6 a 3, chiudendo perfettamente il cerchio del proprio fine settimana europeo. L’esplosione di gioia e le lacrime hanno fatto da preludio ai festeggiamenti per questo titolo meritatissimo, che grazie all’importante presenza dei ticinesi convocati, si tinge anche di blu e rosso.

Lode dunque ai nostri Leo Gamba, Alberto Früh e menzione particolare per il capitano della Nazionale, eletto quale miglior difensore d’Europa, Edo Cornaro, capace di guidare il gruppo sia in campo che fuori, contribuendo in maniera decisiva alla vittoria della Svizzera U19.

Per i 3 nazionali ticinesi la stagione non è affatto finita. Sabato 19 ottobre, il Sayaluca di Andrea Giovetto si recherà sulla pista dei giurassiani del Rossemaison per gara-1 delle semifinali per il titolo di campione Svizzero.
Saluta la LNA il Novaggio Twins, che non è riuscito a ribaltare la serie di play-out contro il Bienne.

Sulla pista dei bernesi, gli uomini di Fabio Merlo hanno disputato un’ottima partita, impartendo ritmo e creandosi le occasioni più ghiotte. Purtroppo, la “Dea Bendata” si è rivelata intrattabile, proprio come il portiere del Bienne, che ha fatto più di un miracolo.

Dopo aver agguantato il pareggio a poco più di un minuto dal sessantesimo, grazie alla rete di Manuel Ceresa, capitan Baggiolini e compagni hanno spinto sull’acceleratore per cercare di regalarsi la decisiva bella sul campo amico di Novaggio.

Ma quando si pensava già ai rigori è arrivata la rete del 6 a 5 in favore dei padroni di casa, maturata da un rimpallo fortunoso, che non ha lasciato scampo all’incolpevole Damien Giubbini tra i pali. Grande la delusione per una stagione particolarmente difficile, costellata di defezioni di peso e punti persi ingenuamente.

Resta il rammarico per essersi svegliati tardi, dopo un inizio di campionato disastroso e aver mancato i play-off solo per una peggior differenza reti. Auguriamo al Novaggio, che presenta un ottimo settore giovanile, di tornare presto nella categoria regina di LNA.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline