Social Media HSHS

NHL

La vita dopo Tavares: gli Islanders ripartono da Barzal e con Lamoriello e Trotz al timone

La franchigia di New York ha subito un duro colpo, vedendo partire il proprio capitano da free agent. La squadra ha degli elementi interessanti, ma come prima cosa bisognerà ritrovare una certa struttura in fase difensiva

A partire dal 3 ottobre ricomincerà lo spettacolo della NHL, con quattro partite che daranno il via ufficialmente al campionato più bello del mondo.

Anche quest’anno HSHS vi proporrà la presentazione di tutte e 31 le franchigie della NHL, con degli articoli riassuntivi che ci accompagneranno sino ad inizio ottobre.


ISLANDERS

La rosa 2018/19

PORTIERI
Thomas Greiss, Robin Lehner

DIFENSORI
Johnny Boychuk, Nick Leddy, Thomas Hickey, Ryan Pulock, Adam Pelech, Scott Mayfield

ATTACCANTI
Jordan Eberle, Andrew Ladd, Josh Bailey, Brock Nelson, Anders Lee, Cal Clutterbuck, Casey Cizikas, Leo Komarov, Valtteri Filppula, Matt Martin, Jan Kovar, Ross Johnston, Anthony Beauvillier, Mathew Barzal, Tom Kühnhackl


I New York Islanders sono stati pugnalati al cuore, ed ora toccherà a loro trovare la forza di rialzarsi. La partenza del capitano John Tavares – finito a Toronto senza che gli Islanders riuscissero a scambiarlo per ottenere perlomeno qualcosa in ritorno – è stato un vero smacco che tormenterà la franchigia per parecchio tempo.

Nonostante alcune stagioni incoraggianti, la tendenza a Brooklyn sembra ora al ribasso, ed i punti interrogativi sono parecchi dopo aver chiuso la passata stagione con il settimo attacco e la peggior difesa (!) della lega. Dal mercato sono arrivati degli elementi interessanti – il portiere Lehner e gli attaccanti Filppula, Komarov, Kovar e Künhackl – ma nessuno di loro sembra avere il potenziale da top six.

Il vero punto di rilancio deve dunque essere trovato dietro le scrivanie, con l’arrivo di Lou Lamoriello e l’ingaggio dell’head coach Barry Trotz – fresco vincitore della Stanley Cup con i Capitals – che dovranno dare i gusti impulsi durante una stagione che si preannuncia delicata.

Dopo la partenza di Tavares il reparto offensivo sarà trascinato dallo strepitoso Mathew Barzal, che lo scorso anno ha guidato la squadra con un totale di 85 punti e che da ottobre rivestirà il ruolo di primo centro. Anders Lee ripartirà invece dai 40 gol ottenuti la passata stagione, mentre si conterà su un contributo costante da parte di Eberle (25) e Beauvillier (21).

Dalle retrovie gli impulsi maggiori arriveranno da Nick Leddy, autore lo scorso anno di 42 punti, ed anche Ryan Pulock e Thomas Hickey hanno le potenzialità per essere discretamente creativi. I problemi (enormi) sono però nati nella fase difensiva, che nell’ultimo torneo ha visto gli Islanders incassare 296 gol, addirittura 93 in più rispetto alla miglior squadra difensiva della lega (i Los Angeles Kings).

Una certa mancanza di struttura aveva velocemente trasformato la stagione degli Isles in un incubo, ed in questo senso l’arrivo di un nuovo staff tecnico dovrebbe far migliorare le cose nonostante i difensori a disposizione saranno gli stessi (l’unico innesto nella rosa allargata è il rossocrociato Rathgeb). A Brooklyn si spera inoltre di incappare in meno infortuni.

Tra i pali la grande novità è invece la partenza di Jaroslav Halak, passato ai Boston Bruins dopo aver vissuto agli Isles un paio di anni tumultuosi. A difendere la gabbia ci sarà così il tandem formato da Thomas Greiss e Robin Lehner, entrambi con il potenziale di rubare all’altro il ruolo di titolare.


Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL