Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Schaefer e Pedretti regalano il doppio vantaggio all’Ambrì

gara2playout
RAPPERSWIL – Grande exploit dell’Ambrì, che in occasione del secondo incontro della serie di playout ha compiuto un importante passo verso la salvezza battendo i locali del Rapperswil con il punteggio di 2-1 dopo i tempi supplementari, portandosi così sul 2-0 nella serie.

Squadra che vince non si cambia e così a scendere sul ghiaccio in una Diners Club Arena occupata in gran parte da tifosi leventinesi è stato lo stesso lineup che aveva superato i sangallesi in gara-1. Al contrario del primo incontro, però, gli uomini di Pelletier hanno subito il rabbioso avvio della squadra di casa, che motivata a riscattarsi dopo la prima sconfitta ha iniziato l’incontro a mille all’ora, sfiorando a più riprese il punto d’apertura.

Per fortuna di Duca e compagni la foga di Riesen & co è andata ad infrangersi costantemente sul muro eretto da Schaefer, apparso da subito in gran serata e bravissimo a tenere a galla la squadra anche nei momenti più difficili. Col passare dei minuti la pressione dei Lakers è andata scemando, ma un pasticcio del tandem NoreauKobach ha permesso alla formazione di Rogenmoser di portarsi in vantaggio con Wichser a metà del secondo tempo.

DSC_7559(© A. Branca)

Il provvidenziale pareggio di Park, realizzato in powerplay ed in avvio di terzo tempo,, aveva rilanciato le quotazioni dei biancoblù, che nei minuti successivi hanno sfiorato il vantaggio a più riprese con Pestoni, Williams e Noreau. Il punteggio non è però più mutato ed il ritmo è calato vertiginosamente, con le due formazioni che hanno dimostrato perché si trovano nei playout, mettendo in mostra diversi errori difensivi, sbagliando molte ripartenze ed incappando in molteplici goffe penalità per ritardo di gioco.

Proprio in una di queste situazioni speciali Earl ha avuto sulla paletta il disco d’oro per regalare la vittoria ai suoi, ma uno strepitoso Schaefer ha avuto di nuovo la meglio sul top scorer avversario nell’uno contro uno, rimandando ogni decisione all’overtime.

Dopo un inizio in salita, con due situazioni d’inferiorità numerica ottimamente disinnescate dal box ticinese, l’Ambrì è cresciuto, colpendo pure un incrocio con un velenoso tiro di Mieville. Il gol era comunque nell’aria ed infatti poco dopo, sfruttando un delizioso servizio di Elias Bianchi, Pedretti ha siglato il fondamentale punto del 2-1, regalando il primo break nella serie ai suoi.

DSC_7389(© A. Branca)

Tutto è bene quello che finisce bene, ma l’importantissima vittoria non deve nascondere che i leventinesi sono stati tenuti a galla da uno Schaefer in formato saracinesca, a tratti non supportato da difesa che è sembrata troppo permeabile e che troppo spesso si è fatta trovare “sulle gambe” quando confrontata alle veloci ripartenze dei padroni di casa. Piuttosto deludente anche il powerplay, mai in grado di mettere sotto pressione il box dei Lakers.

Molto bene d’altro canto il gioco in inferiorità numerica, perfetto nell’arco della serata e fondamentale soprattutto nel supplementare, quando due situazioni con l’uomo in meno sul ghiaccio avrebbero potuto pregiudicare il risultato.

Oltre al già citato Schaefer bene anche Williams, a tratti non lucidissimo ma confrontato a cambi lunghi e presente in ogni fase del gioco, dal back-checking al settore d’attacco. Aggressivo e solido Gobbi ha guidato la difesa, mentre il sempre attivo e sgusciante Pestoni non è stato coadiuvato al meglio dall’evanescente Mieville.

DSC_7489(© A. Branca)

Male Bonnet, colpevole di aver incassato diverse penalità e di essersi fatto trovare fuori posizione in ben più di una occasione, mentre appena sufficiente Noreau, che nonostante grande cuore e polmoni d’acciaio in alcuni frangenti è sembrato un po’ leggerino durante l’uscita dal terzo.

In questa fase della stagione quello che conta è solo il risultato ed in questa occasione i biancoblù hanno ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo. Espugnare la Diners Arena non è cosa facile, ma dopo questo exploit la formazione ticinese può guardare al futuro con il sorriso. Se infatti giovedì la Valascia verrà riconfermata fortino inespugnabile, portare la serie sul 3-0 significherebbe davvero issarsi ad un passo dalla salvezza.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità

Partner

HSHS Talk su Spotify

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta