Social Media HSHS

Inline

Nel mondo dell’inline, Sayaluca CL sconfitto in quel di Bienne

j

Un fine settimana grigio, proprio come la meteo, per le compagini ticinesi impegnate nelle fasi finali dei play-off e dei play-out. Il Sayaluca CL di Bobo Bernasconi, nonostante una partita giocata alla pari con i vicecampioni delle stagione regolare del Bienne Seelanders, è uscito sconfitto dal primo atto della semifinale per il titolo di campione svizzero.

Passati presto in svantaggio, i ticinesi hanno risalito la china nel periodo centrale, prima di disunirsi in quello conclusivo, quando i padroni di casa hanno aumentato la pressione sull’incolpevole estremo difensore, Gracco Barberis, trafiggendolo ben 5 volte e fissando il punteggio finale sul 9 a 5. La rivincita è dietro l’angolo e più precisamente sabato 18.10 alle 17.00 al Palamondo di Cadempino, dove capitan Marcel Müller e compagni saranno obbligati a vincere se vorranno giocarsi la “bella” di nuovo sul campo del Bienne Seelanders.

Il capitolo più buio però è stato scritto dai Rangers LS, che questo fine settimana sono stati retrocessi in prima lega, dopo aver perso i play-out contro il Langnau Stars. Sull’1 a 1 nella serie, gli uomini di Mattia Maffioretti erano chiamati ad una reazione di orgoglio e una prestazione maiuscola, aiutati dalla disperazione e la consapevolezza di non aver più nulla da perdere, per restare in LNB. Ed invece, i due punti decisivi in questa sfida al meglio delle 5 partite, sono stati siglati dai zurighesi, che si sono dapprima imposti per il rotto della cuffia sul campo di Pregassona, 5 a 6 al termine di un incontro mozzafiato, per poi festeggiare il mantenimento in LNB, sul proprio campo, grazie ad una rete realizzata nei supplementari. Così, i Rangers LS fissano un tutt’altro che  invidiabile primato di due retrocessioni in 3 anni, dopo quella occorsa nel 2012 dalla LNA.

C’è chi scende e chi sale. Un campionato perfetto e una serie di play-off in seconda lega senza sbavature per il Sayaluca CL II di Paolo Santoro, che sabato scorso ha conquistato l’accesso alla prima lega, sconfiggendo la terza compagine dell’Avenches per 8 a 4. Con una rosa fornitissima di giovani speranze, c’è da scommettere che questa squadra saprà affermarsi anche in prima lega nel 2015. I Capolago Flyers invece hanno fallito la promozione diretta e dovranno passare per un ulteriore spareggio al meglio delle 3 partite, che inizia sabato alle 15.00 contro il Bassecourt a Capolago se vorranno raggiungere i cugini luganesi in prima lega.

Poche vittorie ma un’esperienza indimenticabile, invece per i mini dei Rangers LS, che lo scorso fine settimana si sono piazzati al settimo posto, ai campionati svizzeri di categoria, disputatisi a Courroux, nel canton Giura. Allenati da Andrea Giovetto, i piccoli ticinesi si sono confrontati con due superpotenze quali i campioni del Rossemaison ed i vicecampioni del Givisiez. Troppo grande il divario tecnico e fisico tra i giocatori in campo, ma per i ragazzi di questa categoria, fino ai 12 anni, è soprattutto importante poter partecipare ed entusiasmarsi per questa disciplina. Il relativo isolamento di cui soffre il ticino dell’inline nelle categorie mini e novizi, dove i campionati sono ticinesi e a sole 3 squadre, non aiuta ad alzare il tasso tecnico e agonistico delle giovani leve. Ci vogliono soluzioni immediate se si vuole garantire una continuità a lungo termine alle nostre latitudini.

Questo fine settimana è la volta dei novizi del Sayaluca CL e del MGI Malcantone/NT che si recheranno a Gerlafingen per disputare le finali svizzere di categoria. Anche qui le speranze di portare a casa una medaglia sono esigue ma si accettano piacevoli sorprese!

Triste anche il fine settimana delle donne del Novaggio Twins che, un po’ a sorpresa, dopo aver vinto il campionato svizzero nel 2013 e quello europeo nel 2014, hanno subìto lo sgambetto delle ladies del Bienne Seelanders in semifinale di play-off. Dopo aver perso gara 1 a Novaggio, sul campo delle bernesi, le ragazze del capitano Simona Teggi sono passate in vantaggio per 3 a 0, prima di farsi recuperare e poi superare nel periodo conclusivo, per un 8 a 5 dal sapore amaro, sinonimo di vacanze anticipate, al termine di una stagione regolare quasi perfetta.

Non hanno fatto meglio i maschietti del Novaggio Twins, pure loro impegnati nei play-off, per la promozione in LNB però. Sconfitti in casa per 2 a 4 dalla seconda formazione dell’Avenches, gli uomini di René Wegmüller devono superare se stessi per strappare una vittoria fuori casa, se vogliono ancora sperare di restare nei giochi che contano.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline