Social Media HSHS

Interviste

Loeffel: “Non siamo arrivati secondi in classifica per caso, siamo qui per vincere”

Il difensore ha segnato la rete decisiva: “Non dobbiamo esaltarci troppo, le emozioni sono importantissime nei playoff. So di poter segnare di più e sono contento per il gol, ma il compito principale è difendere”

LUGANO – Autore del game winning goal che ha consegnato la prima vittoria di questi playoff al Lugano, Romain Loeffel è un giocatore che ha vissuto delle fasi complicate durante la stagione, ma che ha anche saputo ritrovare il suo gioco con l’avanzare del torneo.

“Dopo due tempi il risultato era solo 2-1 per noi, ma nel terzo periodo abbiamo dimostrato che non siamo arrivati secondi in classifica per caso ed abbiamo veramente dato qualcosa in più del Rapperswil. Questo si è visto, siamo qui per vincere”, ha commentato il difensore bianconero.

Il Rapperswil aveva già un certo ritmo nelle gambe, non farsi sorprendere in Gara 1 era un primo passo importante…
“Sì, sapevamo dall’inizio che non sarebbe stato facile, perché loro avevano già giocato due partite prima di questa. Noi invece abbiamo avuto otto giorni di pausa, ma credo che sin dall’inizio eravamo pronti”.

Ora sarà importante continuare a crescere, perché i Lakers restano una squadra pericolosa nonostante voi siate i grandi favoriti…
“Siamo arrivati secondi e loro decimi, dunque sapevamo che saremmo stati considerati favoriti. Abbiamo dimostrato di aver guadagnato il nostro posto, ma è chiaro che non dobbiamo affrontare questa serie alla leggera. Non dobbiamo esaltarci troppo dopo una vittoria e, se dovesse succedere di perdere una partita, non dobbiamo abbatterci. Le emozioni sono importantissime durante i playoff”.

A livello personale hai vissuto momenti difficili, ma hai saputo uscirne…
“Non è stata la mia miglior stagione, ma non possono nemmeno dire che è stata tutta da buttare. So che posso segnare di più, dunque fa sempre bene trovare il gol, specialmente se questo arriva in Gara 1 di playoff. Nonostante il mio gioco sia offensivo rimango pur sempre un difensore, dunque devo principalmente difendere e penso di averlo fatto abbastanza bene finora”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Interviste