Social Media HSHS

Inline

Il Bienne Seelanders supera il Sayaluca e si laurea campione

Bienne Seelanders Champion 2015

Difficile ricordare una finale più combattuta ed equilibrata di quella tra Bienne Seelanders e Sayaluca. La dura legge dello sport di competizione pretende sempre che vi sia un vincitore ed un vinto, ma se fosse soltanto per quanto mostrato in pista da queste due fortissime compagini, il famoso ago della bilancia sarebbe ancora lì in bilico oggi!

Ahinoi, la challenge è rimasta in mano dei bernesi del Bienne Seelanders, autori di una stagione praticamente perfetta e che in finale hanno avuto quel pizzico di fortuna in più che è mancato al Sayaluca. Orfani della dea bendata, i ragazzi di Bobo Bernasconi sono riusciti comunque a pareggiare la serie sul campo amico del Palamondo, grazie alla rete della vittoria firmata Aron Fassora e l’ennesima prestazione superlativa di Luca Grassi, autore di una tripletta.

L’indomani nella decisiva bella, le due migliori squadre del campionato si sono scontrate a viso aperto, imponendo alla partita un ritmo folle dal primo all’ultimo minuto. Costretto ad inseguire il punteggio fin dalle prime battute, il Sayaluca si è ritrovato sul 2-4 a metà gara, ma grazie ad uno spietato power play, i ticinesi hanno agguantato il pareggio nel terzo periodo. A 10 minuti dal termine gli arbitri fischiano un rigore in favore del Sayaluca.

Fabrice Eisenring, l’ex di turno, se ne occupa: finta, portiere da una parte, pallina dall’altra… gol? No! Con un colpo di reni il miglior portiere del campionato Raphael Friedli riesce sdraiarsi a terra, intercettando con la pinza una maledetta pallina, resasi complice di un miracolo.

Punteggio invariato, 5 a 5 al sessantesimo e via ancora un volta con i supplementari. Ecco allora che con un coast to coast, Damien Voirol, dopo 8 minuti di sofferenze, manda in visibilio il pubblico di Bienne, insaccando alle spalle di un incolpevole Roy Bay, la rete che vale un campionato.

“La delusione è tanta e ci vorrà un po’ per digerirla” ci spiega il coach Bernasconi “però sono felice di aver avuto una grande squadra ed un grande gruppo e sono grato a tutti per questo!”.

Così, dopo il secondo posto del 2013, il Sayaluca si ripete, ma questa volta la sconfitta ha un sapore di rivincita annunciata; sì, perché se prima il titolo svizzero per una ticinese sembrava una chimera, adesso è solo una mera questione di tempo!

Promozione riuscita per il Novaggio Twins di René Wegmüller, che dopo una stagione in crescita, ha dominato i play-off di prima lega, guadagnandosi l’accesso in LNB. In finale contro l’Oensingen, capitan Rodigari e compagni hanno convinto però solo in gara 1, per poi disunirsi nel secondo atto della finale con una conseguente insidiosa “bella” sul campo del Novaggio.

Tenendo tutti i presenti con il fiato sospeso, il Novaggio ha dovuto sudare sette camice per avere la meglio sull’ostico avversario. Per fortuna, al 56esimo di una sfida tutta nervi ed emozioni, Federico Poma ha realizzato la rete della promozione, dando un senso a tutti gli sforzi profusi negli ultimi anni a livello giovanile per costruire una squadra il cui futuro è ancora tutto da scrivere! Un’annata fantastica per la società malcantonese di Stefano Iori, laureatasi campione svizzera tra le donne e di prima lega tra gli attivi.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline