Social Media HSHS

Inline

Finale LNA: il Sayaluca CL merita ma purtroppo non passa!

finale

Delusione, sconforto e la consapevolezza di aver perso un’occasione forse irripetibile, ma appunto solo forse, per sconfiggere i campioni svizzeri in carica del Rossemasion in questa serie di finale per il titolo.

Sul campo dei giurassiani, sabato scorso i neopromossi luganesi si sono mostrati all’altezza dell’avversario, riuscendo pure a dominarlo per oltre 50 minuti di gioco. Ma purtroppo per i ragazzi di Bobo Bernasconi, alla fine sono i gol fatti e quelli subiti che contano. Proprio come succede nel mondo del calcio, dove non sempre vince la squadra che merita, sabato, sotto una pioggia insistente, il pubblico giurassiano ha visto i propri beniamini vincere dopo essere stati surclassati in tutti i reparti per quasi tutta la partita. Ma andiamo con ordine.

Entrati convinti e decisi, gli uomini del capitano Martino Leidi non hanno lasciato fiatare il Rossemaison, che si è limitato a sparacchiare via la pallina ed incassare due reti firmate Aron Fassora e Raffaele Meli. Nel periodo centrale, il rigore tattico e l’aggressività del Sayaluca CL sono viepiù scemati, sostituiti da una buona dose di nervosismo ed ingenuità, che ha permesso ai padroni di casa di risalire la china, aiutati nella circostanza da un arbitraggio troppo discutibile per una finale di questa importanza.

Fatto sta che in meno di 10 minuti il Rossemaison, nonostante un sempre più convincente Roy Bay tra i pali del Sayaluca CL, ha ribaltato le sorti dell’incontro prima di richiudersi immediatamente a riccio attorno al proprio portiere. Nel periodo conclusivo in pista c’erano solo gli ospiti, con i giurassiani a corto di idee ma ancor più in debito di ossigeno, impegnati soprattutto a non subire reti e a cercare nuove formule di astrofisica per deformare lo spazio-tempo ed accelerare così la fine di un calvario dalle dimensioni ormai galattiche per i campioni svizzeri in carica.

Ebbene, complice la pioggia, che inzuppando i guantoni rende i tiri meno forti e precisi, un po’ di sfortuna ed un Joel Vuillemier tra i pali del Rossemaison in versione salvatore della patria, il Sayaluca CL non è più riuscito a ricucire lo strappo, arrendendosi per 3 a 2. “Non c’è molto da dire” si confida il coach Bobo Bernasconi “abbiamo perso una partita che meritavamo ampiamente di vincere”.

L’ora del riscatto è sabato 12 ottobre alle 17.00 al Palamondo di Cadempino, per gara 2 di questa serie al meglio delle 3. Insomma, un match ball per il Rossemaison, dal sapore di paura però, visto che per un’eventuale e decisiva gara 3, il coach dei ticinesi non ha dubbi “se vinciamo sabato, domenica non ce n’è più per nessuno!”.

Le ladies del Novaggio Twins si sono qualificate per l’atto conclusivo dei play-off per il titolo di campionesse svizzere 2013. Sabato sul campo del Bienne Seelanders in gara 2 delle semifinali, le ragazze di Stefano Iori si sono mostrate disciplinate in tutti i reparti, andando in rete con regolarità e vincendo per 4 a 9 un incontro tutto sommato facile, semplificato ulteriormente dalla tripletta di una Silvia Rossinelli in grande spolvero,.

In finale, capitan Gyseler e compagne, ospiteranno le campionesse in carica del Courroux, domenica 13 ottobre a partire dalle 15.00 a Novaggio, per gara 1. Anche se nella stagione regolare le giurassiane si sono sempre inclinate contro le malcantonesi, ogni partita comincia sullo 0 a 0 e davanti al portiere Camilla Covini, la concentrazione dovrà essere massima per non inciampare a così poco dal traguardo.

In LNB, fuori, un po’ a sorpresa, i Rangers LS, che dopo essersi imposti sul campo del La Broye in gara 1 hanno subìto una doppia sconfitta lo scorso fine settimana. Di misura e sfortunata quella per 5 a 6, occorsa sabato sul campo amico di Pregassona, ma mesta, anzi raccapricciante, quella di domenica nella “bella” che per i ticinesi è diventata proprio brutta.

Un incubo durato 60 minuti, e scandito da 11 reti subite e 4 realizzate, sinonimo di vacanza anticipata per i ragazzi di Mattia Maffioretti, che si possono consolare con il bel recupero effettuato nel finale di stagione per evitare gli ingrati play-out.
Tempo di finali svizzere anche per i più piccoli, il futuro di questo sport, i Mini.

Il 12 e 13 ottobre a Oensingen, sarà l’MGI Malcantone/NT, in qualità di campione ticinese, ha rappresentare il nostro cantone alle finali di svizzere di categoria. La concorrenza è semplicemente grandissima, proprio come lo quest’esperienza unica per confrontarsi con ragazzi e ragazze di altre regioni linguistiche, così diversi ma così uguali, uniti dalla stessa passione per l’inline hockey.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline