Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Ambrì Piotta battuto in rimonta, ai rigori vince il Plzen

I leventinesi hanno controllato per buona parte il gioco, ma mancano ancora intensità e lucidità. Buone prove di Spacek e Pestoni, rete d’apertura di Virtanen

Ambrì Piotta battuto in rimonta, ai rigori vince il Plzen

AMBRÌ – PLZEN

2-3

(1-0, 1-1, 0-1; 0-1)

Reti: 18′ Virtanen (Kneubuehler) 1-0, 21′ Spacek (Virtanen) 2-0, 24′ Bitten 2-1, 55′ Hrabik 2-2

Rigori: Mertl

Penalità: Ambrì 3×2′, Plzen 4×2′

Assenti: Rocco PezzulloAndré HeimBenjamin Conz (a riposo), Stefan MüllerDominic ZwergerNick Shore (infortunati)

BOLZANO – Ha controllato il gioco per buona parte della sfida l’Ambrì Piotta, ma contro il Plzen alla fine è arrivata la seconda sconfitta ai rigori del torneo di Bolzano, a sottolineare come i biancoblù debbano ancora crescere a livello di ritmo ed intensità in vista dell’inizio di campionato.

La squadra di Luca Cereda ha cercato di fare il gioco praticamente per tutto l’incontro, ma la manovra è ancora alla ricerca di quella lucidità necessaria per alzare i giri del motore e trovare concretezza. Peccato però che non sia arrivato il successo nella sfida contro i cechi, soprattutto considerando quei due minuti passati a 5-contro-3 nel terzo periodo quando il risultato era ancora sul 2-1.

Proprio quel powerplay ha però ricordato come i biancoblù siano in un momento transitorio della preparazione, con una manovra statica e prevedibile che non ha impensierito molto il portiere Svoboda.

In pista lo staff ha inoltre mandato un lineup con qualche esperimento, con Heim a riposo (oltre all’infortunato Shore) e dunque Dufey e McMillan impiegati al centro. Nella linea dei cechi è inoltre stato promosso Hofer e tutte le altre ali destre sono andate a scalare, portando così a delle combinazioni inedite per questo preseason. In difesa invece abbiamo visto la conferma di quei tandem che probabilmente vedremo in pista ad inizio stagione.

HCB/Vanna Antonello

Tra i migliori in pista ci sono da segnalare Spacek e Pestoni, che hanno spiccato sugli altri in termini di iniziative e pericolosità, ed anche Virtanen – autore del gol d’apertura – si è fatto spesso vedere in zona offensiva. Il centro ceco ha messo la firma sul provvisorio gol del 2-0 arrivato in powerplay ad inizio secondo tempo, mentre poco più tardi il Plzen ha accorciato le distanze grazie ad una deviazione di Bitten che ha battuto Juvonen. Buona la prova del portiere finlandese, che anche in occasione del pareggio avversario è stato superato da un disco deviato.

Una volta trovato il primo gol il Plzen – che in panchina aveva l’ex Tomas Vlasak nel ruolo di assistente allenatore – ha aumentato il suo ritmo ed il match è stato più equilibrato, ma a dare l’impressione di potersi imporre è sempre stato l’Ambrì. Con una doppia superiorità numerica e poi un’occasionissima per Spacek – che solo davanti a Svoboda ha preferito servire Hofer nello slot – i biancoblù hanno infatti avuto le occasioni migliori, ma è mancato un po’ di mordente per segnare il gol decisivo.

Ai rigori poi nessun leventinese è riuscito a realizzare – errori di Spacek, Pestoni e Chlapik – e così l’Ambrì Piotta ha terminato al quarto posto il torneo. Il weekend è complessivamente andato agli archivi con due prove utili nel percorso per ritrovare il ritmo, ed ora la squadra sarà chiamata ad un ulteriore giro di vite nelle ultime due amichevoli contro Bienne e Kloten prima del debutto del 16 settembre a Friborgo.

GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie | HCB/Vanna Antonello)

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta