Social Media HSHS

NHL

Panthers penalizzati per “lancio di ratti”, Jagr riprende la Lega

topi

SUNRISE – I Florida Panthers hanno vissuto una serata sicuramente particolare e, pur vincendo per 3-2 contro i New Jersey Devils, a farla da protagonista sono stati due episodi che hanno visto la squadra di casa penalizzata per il lancio di ratti – finti, naturalmente – da parte dei propri tifosi.

La tradizione risale al 1996, l’anno in cui i Cats arrivarono sino alla finale per la Stanley Cup, e proprio in onore di quella squadra nella notte di giovedì ai fans sono stati distribuiti dei ratti commemorativi.

Le cose non sono però andate come previsto, visto che al gol dell’1-1 di Hubderdeau si è verificata una vera “pioggia” di topini dalle tribune alla superfice ghiacciata. Gli arbitri hanno avvertito i fans, minacciando di punire la squadra di casa con due minuti di penalità se il gioco si fosse interrotto di nuovo per questo motivo.

Avvertimento vano, e alla doppietta di Hubderdeau sono stati ancora moltissimi i ratti finiti in pista, portando a due minuti di penalità. E non è finita lì, quando Barkov ha messo a segno il 3-1 la scena si è ripetuta, portando ad un’altra penalità per Florida.

Particolarmente infastidito dalle decisioni arbitrali è stato il veterano Jaromir Jagr: “Non credo che si dovrebbero dare due minuti di penalità per cose del genere… Se sarà così anche nei playoff, all’altra squadra basterebbe pagare alcune persone per lanciare ratti in pista al momento buono”, ha affermato.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL