Social Media HSHS

Nazionale

La Svizzera è ancora alla ricerca della giusta continuità, la Germania si impone 4-2

© DEB

ROSENHEIM – Continua la marcia di avvicinamento ai Mondiali finlandesi per la Nazionale svizzera, e le indicazioni scaturite dalla sfida di giovedì contro la Germania parlano di un gruppo che ha minato una buona prestazione di base con una certa mancanza di continuità.

Il gruppo di Patrick Fischer ha infatti mostrato il meglio nella prima metà di gara, con diverse ottime opportunità da gol costruite soprattutto grazie ad un ispirato gioco in transizione, arrivando sostanzialmente a dominare i tedeschi per 25 minuti buoni.

Sfiorato a ripetizione il gol del vantaggio – nel primo periodo hanno avuto delle ottime opportunità i vari Riat, Rod, Heim ed Eggenberger – la meritata rete è arrivata al 22’19, quando Miranda ed Eggenberger non hanno fallito una possibilità tutti soli davanti al portiere avversario nata da un bel rilancio di Delemont.

Il momentum della sfida è però cambiato nel momento in cui la Germania ha trovato il pareggio, con Loibl abile nel superare la marcatura di Fora per poi andare a battere Nyffeler con un tiro preciso sopra la spalla. Pochi attimi più tardi la Svizzera si è ritrovata in boxplay per la prima volta, e da lì in avanti non è più riuscita a riprendere in mano saldamente il gioco.

Il 2-1 di Fazzini è arrivato in maniera piuttosto casuale (tocco dopo tiro di Bertschy finito sulla balaustra di fondo e poi carambolato in rete), ma poco più tardi Karachun ha infilato il 2-2 grazie anche ad un intervento non perfetto di Nyffeler.

Per il terzo periodo Fischer ha poi mandato tra i pali Wüthrich, mentre a livello di lineup giovedì l’unico innesto è stato rappresentato da Egli, mentre i “nuovi arrivati” Aeschlimann e Mottet non sono stati impiegati.

Ai rossocrociati è però mancato il mordente per girare nuovamente la sfida, ed allora sono stati i tedeschi a trovare il game winning goal con Soramies, a segno dallo slot sfruttando anche l’involontario screen di Loeffel. Nel finale è poi arrivato il definitivo 4-2 a porta sguarnita.

La Svizzera ha insomma mostrato tanto potenziale, ma anche una compattezza ancora tutta da trovare. Per questo ci sarà però tempo, soprattutto considerando gli innesti che arriveranno da ZSC Lions, Zugo e più avanti dalla NHL. Le fondamenta di alcuni automatismi vanno però messi sin da ora, e la rivincita di sabato rappresenterà in questo senso una nuova opportunità per fornire una prova più completa.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale