Social Media HSHS

Inline

La LNA nell’inline si conferma un campionato imprevedibile

I consigli di Luca Ferrari del Malcantone

Folle, teso, schizofrenico…questi, solo alcuni degli aggettivi che potrebbero eventualmente descrivere il campionato di LNA di quest’anno. Se da una parte il Bienne Seelanders si conferma la squadra del momento, inanellando una vittoria dopo l’altra ed issandosi meritatamente in prima posizione, mentre il Malcantone di Marzio Camponovo riesce a confermarsi saldamente al secondo posto, dal terzo al nono posto troviamo ben 5 squadre in un fazzoletto di un punticino.

Inoltre, dal pericolo play-out non è ancora scampato nessuno, visto che il La Tour sta rimontando e si trova a soli 4 punti dal terzo classificato. Insomma, se avete capito poco o nulla della situazione non è grave. Quel che conta è che a memoria d’uomo non abbiamo mai avuto la fortuna di assistere ad un campionato della massima categoria così incerto come quello di quest’anno.

Sabato, sul difficile campo del La Baroche, il Malcantone è partito malissimo, trovandosi presto ad inseguire il punteggio e, alla seconda sirena, addirittura sotto per 6 a 3. La reazione dei ticinesi è stata esemplare e spettacolare. Il pareggio di Nakia Alberti è arrivato al 57esimo, mentre il colpo del k.o. non è purtroppo arrivato, così, ad una ventina di secondi dal termine del supplementare, è arrivata la doccia fredda, il 7 a 6 per i padroni di casa. Grande delusione e due punti persi, ma se consideriamo l’insidiosa trasferta si può comunque parlare di un prezioso punto guadagnato per il top sniper Ruspini e compagni.

Il Sayaluca CL si è invece fatto protagonista di un incontro alquanto anomalo per l’inline hockey. In perfetto equilibrio, 3 a 3 contro il Rothrist, dopo 20 minuti di gioco, le rispettive difese si sono strette intorno alle relative porte, non concedendo più alcuna segnatura per la bellezza di 40 minuti di tempi regolamentari e 5 di supplementare. Pubblico certamente un poco deluso, ma tanta fierezza per l’allenatore Andrea Giovetto, la cui squadra si è mostrata solida ed attenta in difesa. Le cartucce un po’ bagnate in attacco si sono asciugate quanto basta nella serie di rigori, vinta dai luganesi e che regala due preziosissimi punti prima della pausa estiva, che valgono al Sayaluca CL il terzo posto in graduatoria.

Torna invece lo spettro dei play-out per i Rangers LS in LNB, che dopo la doppia sconfitta casalinga patita, dapprima contro il Gerlafingen per 3 a 6, poi dalla squadra del momento il Buix, vede la propria rimonta rintuzzata dagli eventi e, nonostante l’attuale ottavo posto, con una seria opzione di passare sotto la linea, in virtù delle partite disputate in più.

Peccato, soprattutto per l’incontro della domenica gettato alle ortiche, quello contro i giurassiani del Buix. Con le difese ridotte a semplice optional, i luganesi si sono trovati avanti per 11 a 9 a 6 minuti dal termine. Ingenui e sciuponi, i padroni di casa hanno permesso la rimonta degli ospiti che hanno pareggiato nei tempi regolamentari, per poi infliggere la stoccata decisiva nei supplementari.

Adesso pausa per tutti o quasi, infatti gli occhi sono puntati sulla coppa europea per squadre campioni che il prossimo fine settimana andrà in scena a Delémont e che conterà al via ben 3 squadre svizzere: i campioni in carica del Rossemaison, i vicecampioni dell’Avenches ed il Bienne Seelanders.

Simon Majek è giornalista e traduttore freelance. Su HSHS si occupa di mantenere aggiornata settimanalmente la sezione dedicata all'inline hockey.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Inline