Social Media HSHS

NHL

Wild e Kings reagiscono e vincono Gara 3, pesantemente KO i Flyers

Era prevedibile, ma le proporzioni con cui i Philadelphia Flyers stanno perdendo la sfida contro i Washington Capitals stanno diventando importanti. Nella serata che ricordava Ed Snider, scomparso da pochi giorni, Mark Streit e compagni sono infatti stati battuti addirittura per 6-1, ritrovandosi ora sotto per 3-0.

A segno dopo soli 57 secondi di gioco con Raffl, il sogno è durato decisamente poco per Philadelphia, che ha incassato il pareggio dopo pochi minuti a firma Marcus Johansson. Quello dell’1-1 è stato il primo gol in powerplay dei Capitals, ma alla fine le reti in superiorità degli ospiti saranno addirittura cinque!

Alex Ovechkin ha portato avanti i Caps poco prima di metà partita con un tiro che il portiere Steve Mason avrebbe potuto contrastare meglio, mentre Evgeny Kuznetsov ad inizio terzo tempo ha praticamente chiuso i giochi. Sono poi seguite le reti – sempre in powerplay – di John Carlson, ancora Ovechkin e Jay Beagle.

Sono invece riusciti a reagire i Minnesota Wild di Nino Niederreiter, capaci di battere i Dallas Stars per 5-3 e di inseguire ora per 2-1 nella serie contro i texani. La partita non era però iniziata nel migliore dei modi per la formazione di St. Paul, che nel giro di 4 minuti era già sotto per 2-0 in seguito alla doppietta di Patrick Sharp.

Chris Porter ha però riportato sotto i suoi a 50 secondi dalla prima sirena, e nel periodo centrale Erik Haula e Jason Pominville hanno perfezionato il sorpasso. Da rivedere l’azione del 2-1, nata da una strepitosa discesa di Niederreiter.

In powerplay Mikko Koivu ha poi ipotecato la sfida ad inizio terzo tempo, anche se il gol di Colton Sceviout ha ridato ossigeno a Dallas. Nulla è però successo nel finale e Pominville ha potuto firmare la doppietta insaccando a porta sguarnita.

Sono riusciti ad ottenere la prima vittoria di questi playoff anche i Los Angeles Kings che, dopo aver incassato due sconfitte casalinghe contro i San Jose Sharks, si sono imposti lunedì notte per 2-1 all’overtime.

Le marcature si sono aperte dopo soli 30 secondi di gioco, quando Joe Thornton ha recuperato un disco nell’angolo ed ha poi insaccato di polso dopo essersi portato nello slot. Los Angeles non si è però fatta abbattere, ed in powerplay dopo 8’10 ha trovato il pareggio grazie ad Anze Kopitar.

I due portieri non sono poi più capitolati per i due periodi successivi, rimandando ogni decisione all’overtime. L’eroe della serata si è rivelato essere Tanner Pearson, che ha superato in maniera decisiva Martin Jones tra i gambali dopo aver recuperato il puck sulla linea blu.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL