Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Occasioni non sfruttate e un paio di regali, Ambrì battuto a Davos

I leventinesi cercano di creare maggiormente rispetto ad un Davos sornione, ma in avanti manca ancora la finalizzazione. Arriva così la quinta sconfitta filata

Occasioni non sfruttate e un paio di regali, Ambrì battuto a Davos

DAVOS – AMBRÌ

3-1

(2-0, 1-1, 0-0)

Reti: 6’27 Egli (Aeschlimann) 1-0, 17’09 Nygren (Corvi, Lindgren) 2-0, 20’41 Egli 3-0, 32’56 Dotti (Kneubuehler) 3-1

Note: Eishalle Davos, porte chiuse. Arbitri Hebeisen, Hürlimann; Cattaneo, Kehrli
Penalità: Davos 4×2′, Ambrì 2×2′ + 1×5′ + 1×20′

Assenti: Patrick IncirMatt D’AgostiniBenjamin ConzElias Bianchi (infortunati), Karim Del PonteElia MazzoliniJoël Neuenschwander (Rockets), Rocco Pezzullo (Nazionale U20), Tobias Fohrler (ammalato)

DAVOS – Ha fatto sostanzialmente tutto da solo l’Ambrì Piotta, tra occasioni sprecate sul fronte offensivo ed alcuni errori grossolani in retrovia che hanno minato una prestazione complessivamente nemmeno così negativa, ma che ha mancato degli acuti necessari per piegare un Davos sornione ed essenziale.

I grigionesi non hanno infatti avuto meriti particolari, ed anzi sono stati i leventinesi a mostrare complessivamente la maggior volontà di giocare e creare. Grassi e compagni hanno infatti portato sul ghiaccio con costanza le loro buone intenzioni, ma sul fronte offensivo attualmente sembrano mancare quei punti di riferimento necessari per mettere il punto esclamativo ai propri sforzi.

Anche lunedì l’Ambrì è così finito per scontrarsi con i propri limiti, che attualmente impediscono alla squadra di Cereda di affondare i colpi. Le cose si sono poi fatte comprensibilmente più complicate quando alcuni errori individuali hanno favorito un paio di reti del Davos, come il mancato intervento di Ciaccio sull’1-0 e la “frittata” di Fora sul pesantissimo terzo punto locale.

In pista senza l’ammalato Fohrler – la sua assenza non è da ricondurre al coronavirus – e con un Nättinen non ancora tornato al 100%, i biancoblù hanno pagato a caro prezzo alcune grandi occasioni non concretizzate dai vari Trisconi, Kneubuehler oppure Kostner.

A mostrare la via ci ha inoltre provato Grassi, sicuramente il migliore dei suoi, mentre la prima linea ha vissuto una serata opaca e non è praticamente mai riuscita a rendersi pericolosa.

Il gol è finalmente arrivato poco dopo la metà della sfida – in rete di nuovo Isacco Dotti, già al terzo centro – ma il punto non ha cambiato particolarmente le carte in tavola, ed in generale l’Ambrì non ha mai impensierito Aeschlimann con sufficiente veemenza per riaprire davvero la sfida.

Sembra insomma che il gruppo stia vivendo una fase di assestamento, sicuramente non facilitata da alcune assenze importanti come quelle di D’Agostini e Conz. Il momento è ben riassunto dalle ultime uscite – che hanno portato a cinque le sconfitte consecutive – con reti e risultati che faticano ad arrivare, ma con alcuni elementi del gioco che lasciano intravedere i prossimi passi avanti.

Sarà dunque interessante ed importante vedere come l’Ambrì Piotta si comporterà nel mese di gennaio, con tantissime partite in programma che metteranno parecchi punti a disposizione in un breve lasso di tempo.

Un contesto – quarantene permettendo – totalmente diverso da quanto vissuto sinora in questa strampalata stagione, in cui sono diverse le squadre che si ritrovano a lottare principalmente con sé stesse. Lunedì ai leventinesi è successo proprio questo.


IL PROTAGONISTA

Daniele Grassi: In una partita in cui entrambe le squadre hanno faticato a brillare, l’attaccante biancoblù è stato uno dei pochi a spiccare sul serio, questo per il suo lavoro costante e concreto portato sul ghiaccio ad ogni cambio.

Il gioco di Grassi si è confermato “ruvido” e privo di fronzoli, un po’ come dovrebbe essere quello dei suoi compagni, che ha volte dovrebbero andare più diretti verso portiere avversario o portatore del disco.


GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)


HIGHLIGHTS

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta