Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì vince e risponde bene alla combattuta sfida con il Colonia

logo grande sito

AMBRÌ – KÖLNER HAIE

3-2

(1-0, 2-1, 0-1)

672px-koelner-haie-logo.svg_
Reti: 7’29 Berthon (Guggisberg, Gautschi) 1-0, 33’28 Hager (Turnbull) 1-1, 34’50 Kostner (Ngoy, Fuchs) 2-1, 35’05 Lauper (Guggisberg) 3-1, 52’54 Byers (Latta) 3-2

Note: Sursee, 505 spettatori. Arbitri Eichmann, Urban; Castelli, Kaderli
Penalità: Ambrì 3×2′, Kölner Haie 4×2′

SURSEE – L’Ambrì Piotta è uscito vittorioso anche dalla seconda sfida in programma a Sursee, disputando contro i tedeschi del Kölner Haie la partita sin qui più fisica di questo preseason, reagendo però alle sollecitazioni avversarie ed ottenendo una vittoria per 3-2 stringendo i denti nel finale.

I biancoblù si sono espressi meglio nei primi due periodi di gioco, quando un forecheck particolarmente aggressivo, delle uscite dal terzo ben strutturate – in particolare da azione d’ingaggio difensivo – ed in generale una buona dosa di agonismo ed energia hanno permesso loro di farsi preferire per buoni tratti ai tedeschi. Meno brillante invece gli ultimi 20 minuti, in cui i leventinesi erano forse un po’ in debito d’ossigeno, ed hanno finito spesso per rincorrere gli avversari.

A mettere una pezza in caso di necessità ci ha sempre pensato puntualmente Gauthier Descloux, che in questa prima uscita da 60 minuti ha impressionato per aver giocato una partita davvero pulita e tecnicamente di livello. Mai in affanno e sempre in posizione, il giovane in prestito da Ginevra promette di essere un vero valore aggiunto per questa squadra, e se il talento è quello fatto intravedere domenica, la coppia di portieri che l’Ambrì potrà vantare nell’imminente campionato farà invidia a molti.

Tranne Elias Bianchi – non lo vedremo in pista verosimilmente per un paio di settimane – tutti i giocatori in tribuna sabato pomeriggio sono scesi sul ghiaccio, mentre Kossmann ha lasciato a riposo Monnet, D’Agostini, Duca e Mäenpää. Si è venuta di conseguenza a creare una formazione con delle linee sperimentali – soprattutto e a maggior ragione in powerplay – e la presenza di soli 11 attaccanti ha visto ruotare diversi elementi per colmare il vuoto.

Ha confermato le buoni impressioni di sabato il francese Eliot Berthon, capace di trovare il gol d’apertura dopo 7’29 ed in generale bravo nel portare in pista ad ogni cambio velocità ed energia. La sua è stata una presenza scomoda per gli avversari, ed il suo profilo per l’imminente stagione sembra proprio questo… Ovvero di un giocatore “sempre tra i piedi” in senso buono.

Un buon weekend l’ha inoltre vissuto anche Kostner, bravo nel mettere in pista e al servizio della squadra le sue caratteristiche, e che raggiungerà presto la Nazionale italiana per rincorrere la qualificazione alle Olimpiadi 2018.

Nel corso del match Kossmann ha insistito con cambi corti per alzare il rimo, anche se in alcune occasioni il tempismo nelle manovre non era ottimale ed alcune incomprensioni hanno generato dei contropiedi avversari. Un po’ rocambolesco invece l’1-1, nato da una ripartenza “causata” da un contrasto su Zgraggen, rimasto qualche secondo sul ghiaccio e non in grado di recuperare in tempo.

Come nella sfida di sabato l’Ambì ha però saputo reagire e colpire a ripetizione in breve tempo. Nel giro di soli 15 secondi (!) sono infatti arrivate le segnature di Kostner e Lauper, rivelatesi poi decisive nell’economia dell’incontro. La formazione di Colonia si è infatti fatta preferire nel terzo tempo, trovando anche l’aggancio con il canadese (ex Rangers e Blue Jackets) Byers, ma i biancoblù hanno poi protetto bene Descloux e condotto in porto il risultato.

Più che lo score finale, però, per l’Ambrì Piotta è stato importante giocare la prima vera partita di un certo spessore a livello fisico, con tanti contrasti duri alle assi e battaglie per il puck che hanno contraddistinto buona parte della sfida. Quando i ticinesi hanno avuto le energie dalla loro, inoltre, hanno saputo mostrare già dei progressi rispetto alla precedente uscita, ed alcune meccaniche iniziano ad evidenziarsi.

Questo periodo intenso continuerà ora con la partita contro il Kloten di giovedì prossimo, che permetterà di confrontarsi con un avversario conosciuto ed avere così un termine di paragone più concreto per valutare con più attendibilità il punto in cui si trova la formazione di Kossmann.

galleria


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all’Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta