Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì chiude l’estate con una vittoria, da ora si farà sul serio

Buone indicazioni, ma a livello d’intensità la squadra si esprime tra alti e bassi. Da verificare la disponibilità di alcuni giocatori per l’inizio di Coppa e campionato

L’Ambrì chiude l’estate con una vittoria, da ora si farà sul serio

AMBRÌ – FRIBORGO

3-2

(1-1, 0-0, 2-1)

Reti: 5’10 Schmutz (Forrer) 0-1, 19’10 Kubalik (Müller) 1-1, 42’00 Incir (Kubalik) 2-1, 44’18 Sprunger (Bykov) 2-2, 45’29 Trisconi (Kostner, Bianchi)

Note: Valascia, 1’329 spettatori. Arbitri Eichmann, Urban; Cattaneo, Bürgi
Penalità: Ambrì Piotta 7×2′, Friborgo 7×2′

AMBRÌ – La lunga fase di preparazione dell’Ambrì Piotta è andata agli archivi nel pomeriggio di sabato, con i ragazzi di Luca Cereda che hanno chiuso il preseason con una vittoria per 3-2 sul Friborgo, risultato questo che rappresenta il terzo successo su cinque match disputati contro avversari di NLA.

La prestazione portata in pista alla Valascia dai biancoblù è quella di una squadra che sta ancora cercando la continuità nei suoi ritmi, ma piano piano il gruppo si sta avvicinando all’asticella per farsi trovare pronto venerdì sera. Diversi alti e bassi hanno infatti contraddistinto anche l’amichevole contro il Gotteron, con l’Ambrì in difficoltà in particolare in avvio di primo e secondo tempo, ma poi bravo a trovare maggiore intensità con il passare dei minuti.

Sulla stessa lunghezza d’onda si è espresso il Friborgo di Mark French – fresco di rinnovo contrattuale – capace di mettere sotto i biancoblù in alcune fasi di bell’hockey, ma in altre gli ospiti si sono fatti prendere da un Ambrì bravo a sfruttare i momentum favorevoli per mettere più dischi possibili su Berra.

A mettersi maggiormente in luce è però stato il suo dirimpettaio, Benjamin Conz, autore nuovamente di un buon match e nell’occasione capace di sfoderare alcuni interventi decisivi, che hanno impedito al Friborgo di concretizzare i loro attimi di maggiore pressione.

Da quanto scaturito dal preseason, sembra logico ipotizzare che il numero 1 sarà tra i pali venerdì per il debutto in regular season, mentre è verosimile attendersi Manzato in pista per il match di Coppa di martedì. Lo staff in questo senso non ha però ancora deciso nulla.

Sarà inoltre da verificare la disponibilità di Dominic Zwerger, così come dell’acciaccato Christian Pinana. Il compagno di reparto Samuel Guerra ha invece saltato l’amichevole di sabato perché ammalato, mentre Hofer (che deve ancora trovare il suo primo gol) è stato lasciato a riposo.

In attesa del gol c’è anche Bryan Lerg – fatta eccezione per il bel rigore realizzato contro il Davos – con lo statunitense che sta cercando di ingranare una marcia in più, ma per vederlo al meglio bisognerà attendere ancora un po’. Il giocatore – frenato in questi giorni da una discata alla caviglia già infortunata – mostra il potenziale solo a tratti, e sembra esserci del lavoro da fare anche a livello di integrazione nella manovra corale e agli ingaggi.

Tra chi ha brillato troviamo dunque il “solito” Kubalik, autore di una rete e del tiro che ha propiziato la deviazione di Incir sulla seconda rete locale. Di Trisconi invece il punto decisivo in apertura di terzo periodo, segnatura a cui Lhotak e compagni non hanno più saputo reagire.

La prova di sabato ha comunque lasciato un’impressione complessivamente positiva, pur evidenziando alcuni alti e bassi che dovranno essere limati per essere al meglio nelle prossime settimane.

Coach Luca Cereda spererà inoltre di poter contare finalmente sulla squadra al completo perlomeno per venerdì, lusso che durante l’estate non gli è praticamente mai stato concesso. Solo a quel punto si vedrà il vero volto di questo Ambrì.

GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta