Social Media HSHS

Interviste

Kuonen: “Finalmente ho giocato! Così possiamo battere chiunque!”

LUGANO – Dopo le tre sconfitte di seguito patite dopo i tempi regolamentari, il Lugano è tornato alla vittoria sabato davanti al proprio pubblico contro la capolista Zurigo. I bianconeri sono riusciti a portare a casa la vittoria dopo una partita intensa e tirata, terminata 2-1 per i sottocenerini. Al termine del match abbiamo chiesto a Raphaël Kuonen le sue impressioni dopo le partite giocate dal ritorno dal camp in Svezia.

Raphaël Kuonen, questo è stato il tuo primo weekend completo dal tuo ritorno in Svizzera, quali sono le tue sensazioni?
“Mi sento abbastanza rilassato, finalmente sono potuto scendere sul ghiaccio. È stato bello in Svezia, ma è stata davvero dura dover guardare i miei compagni da lontano, dunque sono contento di essere tornato. Credo che il mio gioco stia migliorando di partita in partita e sono contento che sabato sia arrivata questa vittoria!”

Parlando del camp in Svezia, tu e Balmelli cosa avete allenato specificatamente? Hai sentito dei cambiamenti nel tuo modo di giocare dopo questo camp?
“Abbiamo lavorato parecchio sulle nostre capacità di pattinaggio e al rafforzamento delle gambe. È difficile da dire, penso che il mio tipo di gioco non sia cambiato, è forse quel miglioramento dell’ 1-2% che poi potrà fare la differenza in futuro. È stata una bella opportunità, ma ora sono contento di essere qui.”

Hai già giocato in NLA col Davos nel 2012, poi due anni in NLB e adesso sei qua a Lugano. Hai avuto difficoltà ad ambientarti di nuovo nella massima serie?
“Dopo le quattro settimane in Svezia non avevo ancora giocato nessuna partita, dunque questo weekend ho proprio sentito come se mi mancasse un po’ l’hockey giocato e il feeling con la squadra. Sono però convinto di avere le possibilità di poter giocare in questa lega e devo migliorare ogni partita per poterci restare.”

Patrick Fischer sta dando tanto ghiaccio sia a te che agli altri giovani. Questo significa che ha parecchia fiducia in voi, fiducia che state ripagando con buone prestazioni…
“Beh ci proviamo, siamo molto contenti che lui riponga in noi questa fiducia, è tutto quello che possiamo chiedergli, poi sta a noi lavorare più che possiamo per aiutare la squadra a vincere. E quando ottieni vittorie importanti come quelle di sabato è fantastico.”

È stato un match intenso e difficile con le due squadre davvero molto vicine, ma alla fine è bello tornare alla vittoria dopo tre sconfitte di fila oltre il tempo regolamentare…
“Assolutamente sì, credo che abbiamo giocato davvero bene, soprattutto difensivamente. Inoltre Elvis ha disputato una partita fantastica. Giocando in questo modo abbiamo dimostrato che possiamo battere chiunque. Vincere contro lo Zurigo ci dà parecchia fiducia per le prossime partite.”

Nelle ultime partite avete avuto un calo abbastanza netto a partire dal secondo tempo. Sabato invece non sono mancate intensità e ritmo per tutti i 60 minuti. Che il Lugano abbia finalmente trovato la strada giusta?
“Abbiamo giocato per tutti i 60 minuti ed è quello che dobbiamo fare ogni partita. È vero che abbiamo dei passaggi a vuoto, specialmente nella partita contro il Kloten abbiamo rallentato troppo il nostro gioco. Questa squadra però ha l’energia, la grinta e i giocatori adatti per giocare tutti i 60 minuti e sabato l’abbiamo dimostrato a tutti. Ora è importante riuscire a giocare così tutta la stagione.”

La prossima partita sarà alla Resega contro il Losanna, una partita dura come già visto nella sfida di Malley. Loro sono in ascesa dopo un avvio un po’ balbettante, ma giocando così il Lugano può farcela…
“Sarà una partita complicata, sappiamo che loro sono una buona squadra, però giocando ad alto ritmo per tutto l’incontro e difendendo come contro lo Zurigo abbiamo grandi possibilità di vittoria.”

Studente di comunicazione all'USI di Lugano, Diego si occupa delle interviste post-partita dalla Resega.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste