Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Il bilancio a Sursee è positivo, l’Ambrì batte anche il Kloten

Meno costanza ma buon carattere per l’Ambrì nella sfida con gli aviatori. Ancora in gol Horansky e Hächler, debutto per Dufey e Conceprio

Il bilancio a Sursee è positivo, l’Ambrì batte anche il Kloten

AMBRÌ – KLOTEN

4-3

(1-0, 2-1, 0-2; 1-0)

Reti: 14’13 Hächler (Horansky) 1-0, 20’44 Pastori (Kneubuehler) 2-0, 23’49 Bianchi (Trisconi, Kostner) 3-0, 37’47 Obrist (Kellenberger) 3-1, 42’13 Faille (Knellwolf) 3-2, 55’55 Spiller (Forget) 3-3, 61’30 Horansky (Hächler) 4-3

Penalità: Ambrì 6×2′, Kloten 4×2′

Note: Sursee, 300 spettatori.
Arbitri: Lemelin, Stolc; Progin, Stuber

Assenti: Dominic Zwerger, Daniele Grassi, Patrick Incir, Tobias Fohrler, Christian Pinana (infortunati), Tommaso Goi, Jannik Fischer, Matt D’Agostini (ammalati), Michael Fora, Julius Nättinen, Brian Flynn, Marco Müller (sovrannumero)

SURSEE – Anche se all’inizio della stagione manca ancora oltre un mese, la tappa al torneo di Sursee era di quelle importanti per l’Ambrì Piotta. La squadra di Cereda era infatti chiamata a fare un primo importante passo avanti nel suo percorso di crescita, ed in questo senso quanto visto sul ghiaccio è stato indubbiamente positivo.

La vittoria all’overtime sul Kloten è arrivata al termine di un match meno costante rispetto a quello della sera prima con lo Zugo, ma tra alti e bassi i biancoblù hanno iniziato a riacquisire una certa personalità, tendenza a cui è stato messo l’accento quando la squadra ha reagito ad un terzo tempo un po’ opaco con il gol vittoria di Horansky.

L’ala slovacca ha fornito nuovamente una buona prova, così come i tanti nuovi volti che Cereda ha mandato in pista in questi due giorni, molti dei quali capaci di finire sul tabellino con reti e assist.

Il giovane difensore Michael Pastori – in pista per tutte le amichevoli – si è comportato bene anche stavolta, mentre ha potuto fare il suo debutto in biancoblù Josselin Dufey. Il giovane attaccante ha preso ritmo con il passare dei minuti ed ha portato sul ghiaccio un gioco particolarmente maturo se si pensa ai suoi 18 anni di età, costruendosi anche due ottime opportunità di andare in gol.

Non è però a livello individuale – anche se alcuni altri elementi si sono distinti, come Kneubuehler oppure il versatile Dal Pian – ma piuttosto in termini complessivi che l’Ambrì ha mostrato la volontà di risolvere i problemi che si sono venuti a creare durante il match. Il Kloten si è infatti dimostrato avversario ostico e capace di farsi preferire ai margini della partita, mentre i biancoblù hanno vissuto i loro migliori momenti tra la fine del primo periodo e la frazione centrale.

A complicare i piani quei quattro minuti penalità rimediati da Kostner a metà gara – colpo di bastone involontario al volto di un avversario – che hanno fatto perdere il ritmo ad un Ambrì che proprio in quel frangente stava macinando gioco, e dopo aver incassato qualche rete i biancoblù hanno dovuto lavorare per riuscire a ritrovare le giuste dinamiche. Cambio dopo cambio i leventinesi sono però tornati ad essere “duri” sui dischi e a vincere qualche battaglia in più, sino a trovare il modo di risolvere la sfida a loro favore.

È continuato l’esperimento di schierare Dal Pian in difesa, anche se dopo un periodo Schwab ha dovuto alzare bandiera bianca e dunque il numero 14 è tornato a giocare anche in avanti. La prova fatta da Cereda – in accordo con il giocatore – è stata interessante e sarà ora da verificare se questa opzione sarà ritenuta abbastanza solida da essere applicata con continuità. Con l’ingaggio di un difensore straniero ancora in forse, avere un Dal Pian in grado di portare in retrovia un po’ di dinamismo e visione di gioco potrebbe sicuramente essere utile e interessante.

Non hanno invece potuto raggiungere la squadra a Sursee i vari D’Agostini, Fischer e Goi, tutti e tre ammalati. I giocatori si sono sottoposti al tampone ed il risultato è stato negativo, ma con le nuove regole nessuno può tornare in squadra sino a quando i sintomi sono scomparsi, questo anche se l’eventualità COVID-19 è stata esclusa dai test.

Se si pensa ai classici mali della stagione fredda (il naso che cola ad esempio non è un sintomo, ma il mal di gola oppure la tosse sì), questo potrebbe essere un problema non da poco. Fohrler è invece stato fermato da un taglio che non gli ha permesso di scendere in pista.

Con la vittoria sul Kloten i biancoblù possono ad ogni modo tirare le prime interlocutorie considerazioni, che sono promettenti. Dopo il grande carico di lavoro affrontato la squadra potrà ora godere di quattro giorni di pausa, prima di tornare al lavoro in vista dell’amichevole di venerdì contro il Davos.


GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta