Social Media HSHS

Interviste

Domenichelli: “Abbiamo superato la nostra crisi, stando uniti risolveremo i problemi”

Il DS: “Kapanen è salvo, semplicemente perché non era a rischio dopo questa partita. Si sono perse molte partite, ma non punteremo il dito verso il coach. Arriverà un nuovo straniero, un centro two-way, ma non sarà il salvatore”

LUGANO – Con la vittoria contro gli ZSC Lions il Lugano può riprendere fiato. Nelle ultime uscite il gruppo bianconero ha dimostrato di essere con il suo allenatore, e dopo un periodo buio a livello di risultati Sami Kapanen ha visto confermata la fiducia nei suoi confronti.

“Kapanen è salvo, semplicemente perché non era a rischio dopo questa partita”, ha spiegato il DS, Hnat Domenichelli. “Avevo chiesto fiducia sino al 7 dicembre perché volevo fare un’analisi profonda. In Ticino quando le cose non vanno bene e si perdono tante partite, si mettono sempre gli allenatori in discussione, ma lo staff sta facendo un grande lavoro… Non è facile venire qui, senza conoscere questo ambiente e la mentalità ticinese. Se riusciamo però a stare uniti, tutti insieme possiamo risolvere i nostri problemi”.

Con i risultati dell’ultima settimana potete tirare un po’ il fiato, ma la situazione rimane complicata…
“Sicuramente abbiamo tanto lavoro da fare, abbiamo perso tante partite e siamo sotto la linea, dunque non voglio dire che tutto sia bello, ma questa volta non puntiamo il dito sul nostro allenatore. Cercherò di portare nuovi giocatori che possano dare una mano, ma non ci sarà nessuno che arriverà a salvare tutta la barca… Arriverà un nuovo straniero, ma non sarà il salvatore”.

Credi che la fase peggiore sia oramai passata?
“Per il Lugano questa è stata una settimana molto positiva, abbiamo vinto due partite su tre e questo mi fa capire che possiamo battere tutti, dunque credo che abbiamo superato la nostra crisi ed ora durante la pausa lavoreremo tranquillamente. La squadra che vedrete adesso sarà quella che vedrete alla ripresa del campionato… Forse ci sarà un giocatore in più, ma questo è il nostro gruppo e chiediamo che possa lavorare tranquillamente”.

Per quanto riguarda lo straniero, che profilo state cercando?
“Ho parlato con il nostro staff e cerchiamo un centro two-way che possa darci una mano. Il mercato a questo punto è quello che è, non ci sono le opportunità che si trovano durante l’estate, quindi dobbiamo aspettare ancora qualche giorno per vedere cosa è possibile fare”.

Klasen non ha invece ricevuto una proposta di rinnovo…
“Esatto, fino ad oggi non ha ricevuto alcuna offerta da parte nostra. La stagione è ancora aperta per tutti, chi non ha ancora ottenuto una proposta di rinnovo vedremo come andrà la seconda parte della stagione. Il ghiaccio parla da solo e siamo solo in dicembre”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Interviste