Social Media HSHS

Interviste

Chiesa: “L’obiettivo è quello di riuscire a fare il passo mancante, giochiamo per questo”

Il capitano è fiducioso e sulla via del ritorno: “Ho potuto finalmente fare il primo allenamento con la squadra e rientrare nel gruppo. Aspettavo da parecchio tempo questo momento, voglio finalmente tornare a giocare”

LUGANO – A poco più di una settimana dal debutto in campionato, il Lugano si è presentato giovedì sera alla stampa, al termine di un preseason che ha riservato qualche difficoltà, ma che giustamente non va a far sorgere dei dubbi in un gruppo che può puntare in alto.

Tra i volti più sorridenti al Palazzo Mantegazza c’era quello di Alessandro Chiesa, il cui rientro si sta avvicinando sempre di più.

“Mi sento molto bene, sono contento perché giovedì ho fatto il primo allenamento con la squadra, dunque sono rientrato nel gruppo”, ci ha spiegato il capitano bianconero. “Questo era un passo che aspettavo da parecchio tempo, dunque sono molto felice. La fame è tanta e diciamo che sono stufo di guardare partite, ora vorrei iniziare a giocarne qualcuna”.

Alessandro Chiesa, il Lugano nel preseason ha convinto a tratti… Dall’esterno che giudizio puoi dare?
“Le partite in cui siamo riusciti ad imporre il nostro ritmo, usando dunque i punti di forza come velocità e transizione, siamo arrivati alla vittoria, mentre in altre partite – soprattutto in Cechia e Slovacchia – ci è mancata la freschezza fisica. La squadra si trovava in una fase di preparazione con grandi carichi, dunque è normale non poter avere la forma che si ha in ottobre, novembre o dicembre. Questo aspetto ci ha un po’ frenato e siamo incappati in sconfitte che forse avremmo potuto evitare”.

Dopo che lo scorso anno avevate un gruppo forte nei playoff, come hai visto l’inserimento dei molti giocatori nuovi?
“Da questo punto di vista partiamo da un’ottima base, siamo un gruppo che conosce le sue potenzialità e i suoi pregi. I nuovi arrivati sono degli innesti mirati che possono darci una grande mano, in tutte le zone della pista”.

È ancora molto presto e sarà il ghiaccio a parlare, ma credi che questa squadra sia pronta per fare quel passo mancato in passato?
“È il nostro obiettivo, giochiamo per questo. Bisogna sempre ricordare che ci sono anche gli avversari, però per noi è importante il processo di miglioramento da portare avanti partita dopo partita. Questa è una cosa che ci ripetiamo sempre in spogliatoio, non si vince il campionato alla prima partita di regular season ma dovremo essere bravi ad adattarci agli avversari ed imporre il nostro gioco. Vogliamo usare le prime 50 partite per migliorarci ed arrivare al meglio ai playoff, per finalmente fare il passo decisivo”.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment

Altri articoli in Interviste