Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Cereda: “Le intenzioni devono sempre essere quelle giuste, le cose serie iniziano martedì”

Il coach è soddisfatto, ma non sa ancora su chi potrà contare per il match di Coppa: “La situazione di Zwerger viene monitorata giorno per giorno, ma potrebbe farcela. Pinana è acciaccato, speriamo di recuperarlo”

AMBRÌ – Quella di cui si è reso protagonista l’Ambrì Piotta è stata una preparazione lunga, che ha visto i giocatori iniziare gli allenamenti sul ghiaccio a fine luglio, per poi disputare – tra alti e bassi – un totale di nove amichevoli.

Dopo tanto lavoro coach Luca Cereda può tirare le somme in vista del match di Coppa Svizzera di martedì, e soprattutto in prospettiva del debutto di venerdì alla Valascia contro lo Zugo.

“Dopo delle prime settimane molto voluminose a livello fisico, ora si trattava di ritrovare la brillantezza e la lucidità, e credo che piano piano stiamo arrivando dove vogliamo. Siamo contenti del lavoro svolto, quello non ce lo toglierà più nessuno”, ha commentato il coach.

Ora vi attende la partita di Coppa Svizzera, in che ottica la affronterete?
“Per noi le cose serie iniziano martedì, non venerdì. Non vediamo la sfida con il Turgovia come una prova generale, vogliamo affrontare ogni partita per cercare di vincere… Le intenzioni devono sempre essere quelle giuste, per noi sarà in tutto e per tutto il primo impegno ufficiale della stagione”.

Conz ha fornito anche sabato una buona prestazione, con lui e Manzato da questo punto di vista non hai molte preoccupazioni…
“Ogni squadra che ha successo ha dei portieri molto forti, noi non siamo un’eccezione e volevamo fare un passo avanti in questo senso, soprattutto a livello di stabilità. L’arrivo di Manzato ci permette di farlo, mentre di Conz eravamo contenti già lo scorso anno, soprattutto dopo un grande finale di stagione. Entrambi stanno lavorando molto bene”.

Si può dunque immaginare che sarà Conz il portiere su cui farete affidamento per iniziare?
“Con i due portieri avevamo stilato un piano di partita sino all’amichevole di sabato,  mentre per il futuro cercheremo di scegliere quello che riteniamo essere il migliore in un determinato momento. Onestamente non abbiamo ancora pensato con chi inizieremo, volevamo archiviare bene questo periodo di lavoro e poi da lunedì ci faremo qualche idea più precisa per martedì e venerdì”.

Lerg ha ora qualche partita nelle gambe, come lo valuti sinora?
“In queste ultime uscite l’ho visto bene. Martedì contro il Davos ha però incassato una discata sulla stessa caviglia che si era già infortunato, dunque è ancora un po’ dolorante. Credo si stia ambientando bene, sta prendendo gradualmente la forma partita, ma da questo punto di vista bisognerà aspettarlo ancora qualche giorno. Per lui sarà inoltre importante iniziare a conoscere le squadre e le altre piste della Svizzera, così come le abitudini degli avversari… Per il momento siamo comunque soddisfatti e contenti di lui”.

Quando saprai se potrai contare su Zwerger per le partite della prossima settimana?
“Giovedì si è allenato con i Rockets e le cose sembravano andare piuttosto bene, ma poi venerdì è sceso in pista con noi alla Valascia e le cose non sono andate come speravamo. La sua situazione viene monitorata giorno per giorno e ovviamente speriamo di poterlo recuperare già per martedì, ma bisognerà vedere come evolveranno le sue condizioni. È possibile che contro il Turgovia sarà in pista, ma esiste anche la possibilità che non giochi nemmeno una delle partite della prossima settimana”.

Dotti e Moor hanno giocato diverse amichevoli con l’Ambrì, inizieranno la stagione con la squadra?
“Dobbiamo tenere in considerazione che per le prime partite non potremo contare su Kienzle, che è squalificato. Pinana è inoltre un po’ acciaccato, speriamo di recuperarlo per martedì, ed in base a questi elementi decideremo chi giocherà con noi. Tendenzialmente vorremmo giocare con sette difensori, dunque dobbiamo sperare di avere abbastanza elementi a disposizione tra gli otto giocatori attualmente in rosa”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta