Social Media HSHS

Interviste

Bürgler: “Rimaniamo con i piedi per terra, nel derby dovremo rispettare l’identità dell’Ambrì”

L’attaccante sta vivendo un inizio di stagione positivo dopo un’annata difficile: “Avere la fiducia dell’allenatore aiuta. Ogni anno si ricomincia da zero, ho lottato per un posto e sono felice delle chance ricevute. Voglio continuare così”

LUGANO – A distanza di oltre sette mesi dall’ultima partita di campionato, il Lugano ha ricominciato come meglio non poteva, superando con un secco 4-0 una delle principali favorite al titolo.

Una prestazione convincente che si è giustamente guadagnata gli applausi da parte delle tribune, tornate finalmente a popolarsi di un discreto numero di tifosi per la felicità di tutti.

“Sì, è stato bello”, conferma Dario Bürgler nel post partita. “Ovviamente la differenza si sente, dal pubblico riceviamo molta energia. È stato un lungo periodo e ci ha fatto piacere partire in questo modo”.

Dario Bürgler, nonostante questo lungo periodo, nel primo tempo non ci avete messo molto ad ingranare…
“Non dobbiamo dimenticare che veniamo da due mesi di preparazione sul ghiaccio. È un periodo che abbiamo preso molto seriamente, in particolare le ultime due amichevoli contro l’Ambrì, in quanto erano delle partite che comunque volevamo vincere… Questo ci ha aiutato a giocare i derby nella stessa maniera in cui avevamo poi intenzione di scendere sul ghiaccio anche contro lo Zurigo”.

Iniziare meglio il campionato era difficilmente immaginabile: 4-0 contro uno Zurigo uscito vincitore da tutte le amichevoli disputate…
“Dobbiamo rimanere lo stesso con i piedi per terra. Se analizziamo la partita, vediamo che anche lo Zurigo ha avuto molte buone occasioni da rete. Per finire questa sfida è andata a nostro favore, ma non penso che la differenza sul ghiaccio sia stata così netta come potrebbe far pensare il risultato di 4-0”.

© Photobrusca & Luckyvideo

Un grosso contributo alla vittoria lo ha allora dato Niklas Schlegel, giustamente eletto migliore in pista…
“Sì, ha giocato una partita fantastica. Mentre noi sfruttavamo le nostre occasioni offensivamente, lui ha abbassato la saracinesca dietro. Penso che in partite del genere, contro squadre così forti, questa sia una delle chiavi”.

Ora vi aspetta subito un altro derby. Quali indicazioni avete potuto trarre dalle due amichevoli che avete giocato contro l’Ambrì?
“Non penso che ci siano molti segreti tra noi e l’Ambrì. Sappiamo qual è la loro identità e cosa portano sul ghiaccio ogni sera. È una cosa che dobbiamo rispettare e per cui dobbiamo essere pronti. Sono sicuramente diverse le indicazioni che abbiamo potuto trarre dai due derby amichevoli, perché verosimilmente nella partita di venerdì non ci saranno molte novità”.

La stagione è appena iniziata, ma anche a livello personale le cose sembrerebbero andare meglio dopo un’ultima annata molto complicata. L’allenatore ti sta dando fiducia e tu lo stai ripagando con delle buone prestazioni…
“Sì, non penso che sia un segreto il fatto che aiuti sentire la fiducia dell’allenatore. Alla fine è un business, ogni anno ricomincia da zero e ho provato a lottare per il mio posto. Sono felice di aver ricevuto la possibilità nel preseason di giocare in linee offensive e nel primo blocco di powerplay. Adesso spero che possiamo continuare così come abbiamo iniziato”.

Redattore. Dominick von Burg si occupa in particolar modo della copertura pre e post partita delle partite dell'HC Lugano. Laureato in Scienze dello Sport e della Comunicazione.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste