Social Media HSHS

Ambrì Piotta

5 spunti da Ambrì: occhio a Instagram, l’addio di Hrachovina, le sirene e l’arrivo di Upshall

Dopo ogni weekend di campionato HSHS vi proporrà una rubrica “semiseria” dedicata agli ultimi impegni di Ambrì Piotta e Lugano, da cui abbiamo tratto una serie di spunti che vi lasciamo di seguito.

Verranno selezionati cinque episodi o fatti interessanti che hanno caratterizzato i match delle squadre ticinesi, a volte con l’obiettivo di analizzare quando successo sul ghiaccio, altri semplicemente per strapparvi un sorriso!


uno Cade il tabù, in maniera quasi unica

Ha avuto un sapore particolarmente dolce, la vittoria di venerdì alla Tissot Arena. Con il Bienne sta infatti nascendo una certa rivalità, a risultato degli scorsi playoff e della recente eliminazione controversa in Coppa Svizzera, ma anche per via della maledizione che sembrava rappresentare la pista dei seeländer.

Il tabù è finalmente caduto venerdì, quando Luca Cereda ha sconfitto per la prima volta il Bienne in trasferta. Un’impresa non da poco – Rajala e compagni sono secondi, sia nella classifica generale che in quella dei match casalinghi – a maggior ragione considerando che il successo è arrivato dopo aver espugnato la Corner Arena.

Dai dati di Brenno Canevascini si nota infatti che questa è stata solamente la seconda volta nell’intera storia dell’Ambrì in cui i biancoblù hanno saputo imporsi in trasferta dopo aver vinto un derby a Lugano! Un altro segnale della crescita avvenuta nelle ultime settimane.

due Nel dubbio, un’occhiata a Instagram…

In casa Ambrì Piotta c’è grande fermento, con la partenza di Dominik Hrachovina, l’arrivo di Scottie Upshall ed il ritorno in pista di Benjamin Conz. Cosa hanno in comune questi tre eventi? Tutti sono stati anticipati su Instagram, prendendo in contropiede il club biancoblù.

Upshall in particolare ha annunciato il suo passaggio all’Ambrì Piotta diversi giorni prima del comunicato ufficiale, che la società ha – comprensibilmente – diramato solo dopo le visite mediche di rito, vista anche la storia recente del giocatore.

Hrachovina ha invece postato un chiaro “goodbye” al termine del match di sabato sera, “ufficializzando” quanto aveva già affermato il giorno prima ai microfoni di Rete Uno.

E Benjamin Conz? Beh, in quel caso l’anticipazione è arrivata “in casa”, con i Ticino Rockets che in occasione del suo ritorno tra i pali non avevano mancato di dedicare un post al portiere.

Insomma, di recente Instagram si è rivelata una fonte d’informazione piuttosto tempestiva per i tifosi biancoblù. Nel dubbio, sempre meglio darci un’occhiata!

tre Si chiude con una vittoria… E con il sorriso!

Ha dovuto aspettare fino all’ultimissima occasione, ma alla fine la vittoria è arrivata. Stiamo parlando del portiere ceco Dominik Hrachovina, che in campionato era sempre stato battuto sino a venerdì sera, quando ha dato il suo ottimo contributo nell’espugnare la Tissot Arena.

Personaggio particolare e anche un po’ “matto”, la sua personalità è venuta a galla anche in quel teso timeout chiamato da Cereda, a pochi secondi dalla terza sirena e con un ingaggio nel terzo di difesa biancoblù.

Tra le molte facce serie ha infatti spiccato quella di Hrachovina, che sorridendo era pronto alla battuta anche in un momento così delicato della sfida!

quattro Lo spauracchio delle sirene

L’Ambrì Piotta è reduce da una settimana in cui ha fornito tre ottime prove, che sarebbero potute essere addirittura migliori se le cose a ridosso dei periodi fossero andate un po’ meglio.

Si è infatti iniziato dal derby, quando la vittoria da tre punti è sfuggita per soli 36 secondi, con Elia Riva che ha impattato la sfida cantonale al 59’24.

A Bienne la “doccia fredda” era invece arrivata a 31 secondi dalla prima sirena, quando Peter Schneider ha sbloccato il risultato punendo oltremodo un Ambrì autore di un buon periodo iniziale.

L’incubo delle sirene si è poi completato sabato, quando il gol di Marcus Krüger a 19 secondi dalla fine dei tempi regolamentari ha lasciato i biancoblù con un pugno di mosche nonostante una grande prestazione.

cinque Da alleato a possibile avversario…

… o perlomeno questo è quello che spera il neo biancoblù Scottie Upshall, che resterà in forza all’Ambrì Piotta sino a Natale, con la prospettiva di convincere il Team Canada a convocarlo per la prossima Coppa Spengler.

Leventinesi e canadesi non saranno nello stesso gruppo nella fase iniziale del torneo, ma potrebbero ritrovarsi una di fronte all’altra nei match ad eliminazione diretta.

Se riuscirà nel suo intento Upshall tornerà a vestire la maglia della foglia d’acero dopo oltre 10 anni. L’unica sua unica apparizione in Nazionale da professionista è infatti datata 2009, quando con il Canada partecipò ai Mondiali che si svolsero proprio in Svizzera.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta