Social Media HSHS

Interviste

McSorley: “Abbiamo deluso tutti, è stata una serata dolorosa e dura da digerire”

Il coach bianconero è quasi senza parole al termine della sfida contro il Kloten: “Quello che posso dire è che sentire i fischi fa male, ma tutti abbiamo le nostre responsabilità e occorre digerire in fretta questa sconfitta”

LUGANO – Mentre nei corridoi a fianco c’è un vai e vieni tra direzione sportiva e dirigenza bianconera, Chris McSorley si presenta ai microfoni della stampa con l’aria decisamente rabbuiata, come mai si era visto il coach canadese.

Fatica a trovare le parole il 60enne al termine della serataccia della sua squadra, ed esordisce spiegando le sue sensazioni del momento: “È stata una serata dolorosaafferma McSorley con lo sguardo quasi persoripenso ai fischi del pubblico e mi rammarico, non sarebbe dovuta andare così questa partita.”

Il canadese torna per un attimo al derby vinto che avrebbe dovuto rilanciare l’inizio stagione difficoltoso della sua squadra: “Da quella vittoria avremmo dovuto imparare tanto, ma contro il Kloten non abbiamo affrontato la sfida abbastanza seriamente per avere successo, e questo non è accettabile”.

McSorley non vuole puntare il dito ma sa benissimo che tutti devono prendersi le loro responsabilità in questo momento: “Siamo tutti responsabili, non devo fare nomi, discuterò di quello che bisogna discutere tra le mura dello spogliatoio. Abbiamo deluso tutti, pubblico, società e noi stessi, occorre una reazione immediata.”

La reazione deve già arrivare da sabato sera alla Tissot Arena, dove il Lugano affronterà il Bienne, squadra che i bianconeri non hanno sempre digerito al meglio: “Non importa l’avversario, ogni partita ha le sue difficoltà, da stasera lavorerò al massimo per preparare quella partita, perché un’altra prestazione del genere non possiamo ripeterla, dobbiamo rialzarci subito.”

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste