Social Media HSHS

Ambrì Piotta

L’Ambrì vince al debutto, piegati alla distanza i Ticino Rockets

I biancoblù sono stati tenuti sotto per gran parte del match da dei Rockets convinti ed esplosivi. Doppiette per D’Agostini e Kubalik, primi punti per Lerg

L’Ambrì vince al debutto, piegati alla distanza i Ticino Rockets

ROCKETS – AMBRÌ

4-7

(2-1, 1-1, 1-5)

Reti: 2’46 Sartori 1-0, 5’43 Anthony Neuenschwander (Pagnamenta) 2-0, 15’23 Kubalik (Lerg) 2-1, 24’39 Smith (Fritsche) 3-1, 32’07 Mazzolini (Moor) 3-2, 40’28 D’Agostini (Lerg) 3-3, 43’15 Wetter (Smith) 4-3, 50’19 D’Agostini (Kubalik) 4-4, 52’01 Trisconi (Kneubuehler, Incir) 4-5, 56’44 Zwerger (Hofer) 4-6, 58’53 Kubalik

Note: Raiffeisen BiascArena, 527 spettatori. Arbitri Hebeisen, Boverio; Castelli, Cattaneo
Penalità: Rockets 8×2′, Ambrì 4×2′

BIASCA – La prima amichevole ticinese della stagione 2018/19 ha visto affrontarsi sul ghiaccio della Raiffeisen BiascArena i Ticino Rockets e l’Ambrì Piotta, per quella che è divenuta ormai a tutti gli effetti la classica di apertura del preseason cantonale.

Come di consueto la partita ha generato un certo interesse nel pubblico bianconblù, accorso in buon numero alla pista rivierasca, con gli occhi puntati soprattutto sui nuovi arrivati.

Va detto che sin da subito la partita si è aperta con un episodio alquanto particolare: un grosso buco nel ghiaccio vicino alla porta “sud” causato dalla condensa caduta dal soffitto ha costretto gli arbitri a una soluzione piuttosto casereccia, coprendo il buco con un secchio per tutta la partita. La cosa non è sembrata disturbare più di tanto giocatori e portieri costretti ad avere a fianco una presenza ingombrante, ma di sicuro quel secchio se lo ricorderanno in molti.

Sulla partita e suoi contenuti tecnici è ovviamente durissima sbilanciarsi dopo soli 60′ minuti di gioco, ma di sicuro il pubblico avrà apprezzato le buone mani e la visione di gioco di Lerg, oltre alla propensione generale a cercare il gioco in velocità.

Contro un Ambrì Piotta praticamente al completo ad eccezione di Elias Bianchi, anche Cadieux ha messo in pista la miglior formazione possibile, con Matthys di partenza in porta. I biaschesi hanno subito messo in mostra un’invidiabile presenza fisica e un’ottima esplosività, fattori che hanno contribuito a rendere la partita molto vivace, anche se logicamente ancora disordinata.

Ecco perché, se da un lato il risultato è rimasto in bilico fino all’ultimo, con soprattutto ben 4 reti segnate dai Rockets, non deve stupire chi ha visto il match, con dei biaschesi decisamente in palla e un Ambrì ancora da registrare a livello difensivo ma poi uscito alla distanza.

Le reti biancoblù, arrivate per mano dei “soliti noti” Zwerger, D’Agostini e Kubalik (doppiette per gli ultimi due) con l’aggiunta di Trisconi e Mazzolini, hanno fatto da contrappeso a quelle di Smith, Anthony Neuenschwnader, Sartori e Wetter (quest’ultimo primo marcatore ufficiale tra i ragazzi venuti da Davos) ottenute tutte con azioni ragionate e ben attuate, prendendo la difesa di Cereda spesso in controtempo e mal piazzata.

Da rivedere – e coi mancherebbe, siamo a metà agosto – quindi alcune cose più evidenti sul fronte biancoblù, come diverse uscite dal terzo finite in pericolosi 2 contro 1 o addirittura 2 contro 0 per i Rockets e altre mancate chiusure sulla blu difensiva.

Sul piano individuale, se Lerg (due assist diretti) e Kneubuehler si sono messi in bella mostra con alcune buone giocate, l’austriaco Hofer deve ancora prendere confidenza, rimasto praticamente fuori dal gioco per 60 minuti, poco convincente per ora anche Fischer.

Bene sul fronte portieri Matthys dei Rockets, Conz e Manzato si sono invece alternati con mezzora ciascuno, con l’ex friborghese un po’ insicuro sulla rete di Smith, ma bravo sulle veloci incursioni dei Rockets.

Hockey d’estate, tante domande ancora aperte, tanti dubbi e tanti buoni propositi. Il preseason è appena partito, ma iniziare con una vittoria può sempre e solo fare bene all’Ambrì Piotta, ma anche una prestazione come quella dei Rockets deve riempire di fiducia lo staff dei rossoblù.

GALLERIA FOTOGRAFICA


(Clicca le frecce per scorrere le fotografie)

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa in particolar modo della copertura di tutto ciò che ruota attorno all'HC Lugano e alla NLA.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta