Social Media HSHS

Roller

Riparte la stagione del Roller Club Biasca, ma il futuro desta preoccupazione

BIASCA – Dopo la pausa forzata legata alla pandemia, finalmente si torna a parlare di Roller dalle parti di Biasca. L’entusiasmo è alle stelle, giocatori e tifosi non vedono l’ora di tornare a far vibrare di emozioni il Palaroller.

La squadra, dopo una breve pausa estiva, ha ripreso ad allenarsi con intensità dal 16 agosto, per farsi trovare pronta per il debutto della nuova stagione che prenderà il via il 18 settembre contro gli austriaci del Wolfurt.

Tra le principali novità c’è sicuramente il gradito ritorno del portiere Ricardo Figueiredo, dopo la parentesi urana. Confermatissima invece l’ossatura autoctona, rafforzata ulteriormente con i giovani provenienti dal vivaio. C’è però anche grande attesa per vedere all’opera l’argentino Pablo Saez che, proprio a causa della pandemia, non ha potuto presentarsi ai tifosi locali lo scorso campionato.

A tenere banco in questo periodo dalle parti di Biasca non sono però le discussioni in merito alla squadra o alle aspettative sportive, ma la tematica riguardante il risanamento del Palaroller. Il futuro sportivo viene infatti garantito con la scuola roller e le varie formazioni giovanili, come dimostrano Timoty Devittori e Mattia Bigiotti, protagonisti assoluti con la nazionale U-19 in questi giorni.

Non si può però dire altrettanto per il progetto “Palaroller 2.0”. Il proseguimento dell’attività del sodalizio rivierasco è indissolubilmente legato al risanamento della struttura, tema che sarà il piatto forte dell’assemblea ordinaria che si terrà il 3 settembre alle 18:15.

In questa occasione il comitato, presieduto da Gianni Totti, intende informare i soci sui passi intrapresi e sulla situazione degli scambi con i partner interessati, in particolare con il Municipio di Biasca. Oltre a questo tema l’assemblea sarà l’occasione per presentare la nuova stagione e le altre novità in vista.

A cura di Marco Maggini

Click to comment

Altri articoli in Roller