Social Media HSHS

Roller

Il Roller Club Biasca gioca col fuoco, ma poi ci pensa Rè

UTTIGEN – Rocambolesca. Basterebbe questa parola per racchiudere la partita andata in scena sabato in quel di Uttigen. Per usare un termine che va di moda la sfida è stata un autentico roller coaster, ovvero sembrava di stare sulle montagne russe.

Partenza al fulmicotone, con Orlandi a portare in vantaggio il Biasca dopo appena 4 secondi di gioco (come già aveva fatto in occasione del match contro i campioni in carica del Montreux) e raddoppio di capitan Ruggiero dopo nemmeno 5 minuti.

Al momentaneo 1-2, siglato da una vecchia conoscenza del Biasca, Patrick Greimel, i ticinesi rispondono ancora con le segnature di Camillo Boll e Scanavin, reti che sembravano aver indirizzato la partita sui binari di una tranquilla scampagnata in terra bernese.

Sembravano, come detto, perché ancora prima della pausa i padroni di casa dimezzano lo scarto e nella prima metà della ripresa finalizzano un’incredibile rimonta con tanto di sorpasso, grazie in particolare di nuovo a Greimel e ad un altro giocatore ben noto dalle parti del Palaroller, il biaschese Vanina, abile a realizzare il pareggio a cui ha fatto seguito la rete del 5-4 di Càliz Leon che avrebbe anche potuto essere un duro colpo al morale degli ospiti.

La reazione è invece stata veemente, tanto da far arrivare addirittura 5 reti negli ultimi 5 minuti di partita con la doppietta lampo di Rè che ha nuovamente ribaltato il punteggio in meno di 60 secondi e le marcature di Gregorio Boll e Scanavin prima del 5-9 finale sinonimo di tripletta per .

Qualche patema di troppo dunque, ma grazie a questa vittoria il Biasca mantiene la vetta della graduatoria e lancia al meglio il prossimo impegno, sempre in terra bernese, contro il Thun.

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Partner

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Roller