Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Zwerger: “Ho giocato un anno infortunato ma ora basta scuse, mi farò il mazzo per l’Ambrì”

L’austriaco entusiasta dopo il rientro: “Le due settimane extra mi permetteranno di iniziare il campionato al massimo della forma. Rientrare al fianco di Müller è stato semplice. Nättinen? Un vero all-rounder”

BIASCA – Dopo una stagione complicata, Dominic Zwerger non vede l’ora di ritrovare la miglior versione di sé stesso. E questo è apparso evidente sin dall’amichevole di venerdì, quando l’austriaco ha fatto il suo rientro dopo l’operazione alla caviglia subita lo scorso mese di maggio.

“Mi sono sentito bene!”ci ha spiegato Zwerger con il sorriso. “Nel primo tempo mi sono concentrato principalmente nel riprendere alcune abitudini ed il feeling con una partita, ma dal periodo centrale in avanti mi sono sentito sempre meglio. Ora devo solo continuare a giocare per ritrovare la forma migliore”.

Contro il Davos avete trovato difficoltà nel concretizzare, ma non è stata una prova negativa…
“Non è stata assolutamente una brutta partita, anzi, credo che abbiamo fornito una buona prestazione. Non siamo riusciti a sfruttare le nostre chance, mentre il Davos è stato bravo a mettere in rete le sue… Avremmo potuto segnare un paio di altri gol, ma a parte quello ho visto delle buone cose da parte della nostra squadra”.

Sei tornato in pista al fianco di Müller, oramai è impossibile separarvi…
“Con lui le cose sono subito più facili, abbiamo un’intesa eccezionale! Giochiamo assieme praticamente da quando sono arrivato ad Ambrì, conosciamo alla perfezione i movimenti dell’altro e quali sono le nostre tendenze. Poter giocare la mia prima partita al rientro di fianco a lui indubbiamente mi ha reso la vita più semplice”.

Il vostro compagno era Nättinen, che impressioni hai avuto?
“È un ottimo giocatore, questo è chiaro. Ha già mostrato nelle scorse partite di avere il pacchetto completo: può segnare, fornire degli ottimi passaggi ed è molto veloce… È un vero all-rounder e sono molto contento di poter giocare nella sua stessa linea”.

Osservando anche la squadra da fuori, che idea ti sei fatto del potenziale?
“Credo che abbiamo davvero una buona squadra, ho molta fiducia in questo gruppo. Tutti mostrano grande impegno e si è già creata una chemistry importante all’interno dello spogliatoio, tutti si vogliono bene e ci divertiamo un sacco… Vogliamo mantenere questo ambiente anche quando inizierà la stagione nella speranza di ottenere dei buoni risultati”.

A livello personale che obiettivi ti poni, dopo una passata stagione tra alti e bassi?
“La scorsa stagione è nel passato. Ho giocato un intero campionato con un infortunio, ma ora mi sono lasciato questo problema alle spalle e non ho più scuse. Mi farò il mazzo lavorando duro, voglio dare il mio meglio per la squadra e spero di aiutare l’Ambrì a vincere il più spesso possibile!”.

Ti saranno utili anche le settimane aggiuntive di preparazione…
“Sì, per me è l’ideale! Sto recuperando da un’operazione e due settimane extra mi danno modo di lavorare e respirare un po’ tra le varie sessioni di allenamento. Questo mi permetterà, al contrario di un anno fa, di iniziare il campionato al massimo della forma”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Partner

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta