Social Media HSHS

Interviste

Zurkirchen: “Proverò ad essere all’altezza di Elvis, lavoreremo per fare qualcosa di grande”

L’ex biancoblù: “Non ho ancora pensato a come vivrò il primo derby, ma indubbiamente sarà una partita speciale con tante emozioni. A Lugano ritrovo Michael Lawrence, fondamentale nella mia decisione di tornare in Ticino”

LUGANO – Erano diversi i nuovi volti che hanno pattinato sul ghiaccio della Corner Arena per la prima volta con la maglia bianconera, e tra loro il portiere Sandro Zurkirchen è uno degli elementi che saranno fondamentali in vista della prima stagione dell’era Sami Kapanen.

“Mi sento molto bene. Abbiamo vissuto una buona estate in cui si è lavorato molto, è stato un periodo duro e fare il proprio ritorno sul ghiaccio è sempre un piacere”, ha spiegato il nuovo portiere bianconero, che per gli ultimi due anni ha difeso la porta del Losanna. “Sono davvero felice di essere qui, il Ticino mi piace tantissimo e sono grato di poter avere una chance con il Lugano. Siamo tutti pronti a lavorare duro e fare qualcosa di grande per questo club”.

Raccoglierai il testimone lasciato da Merzlikins, da te ci si aspetterà molto…
“Questo è vero, ma l’unica persona da cui sento la pressione di fare bene è me stesso. Il mio obiettivo è sempre quello di essere al massimo livello per aiutare la squadra, voglio vincere tutte le partite… Dal punto di vista dei tifosi è normale che loro sperino che io possa giocare bene come Elvis, ed indubbiamente ci proverò. Conosco le mie qualità dopo aver giocato in questa lega da dieci anni, ma so di avere ancora delle cose da imparare”.

Sei reduce da una delle tue migliori stagioni a livello statistico, lo Zurkirchen che è arrivato a Lugano è il più in forma di sempre?
“Sì, questo è quello che spero. Ho lavorato duramente per tutta l’estate con l’obiettivo di alzare ulteriormente il mio livello, analogamente a come avevo fatto un anno fa. Ripeto, il mio obiettivo è aiutare la squadra, perché nessuno di noi può avere successo giocando da solo”.

Quest’anno tornerai ad essere il chiaro titolare, alle tue spalle ci sarà il giovane Müller…
“Sono felice, mi piace molto avere questo tipo di rapporto con un portiere più giovane. Anch’io anni fa sono stato nella sua posizione ed ho avuto la fortuna di poter imparare da portieri più esperti di me. Per Müller voglio essere un idolo, ci aiuteremo a vicenda e lavoreremo per questo… Lo stesso tipo di dinamica l’ho avuta a dire il vero anche con Boltshauser nella passata stagione, Müller è davvero una bella persona”.

A Lugano ritroverai anche Michael Lawrence…
“La sua presenza qui è stata per me un fattore molto importante quando ho scelto di trasferirmi a Lugano. Sono contento di poter tornare a lavorare con lui”.

Hai già pensato a come vivrai il tuo primo derby con la maglia bianconera?
“Personalmente no, ma questo è un argomento che sta a cuore a tanti tifosi, in parecchi mi hanno già fatto questa domanda. Sicuramente sarà una partita speciale, ci saranno molte più emozioni ma è una sfida che sono pronto ad affrontare!”.

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste