Social Media HSHS

CHL

Zurigo pesantemente sconfitto ed eliminato, Davos agli ottavi

Ne è rimasta solo una. Al termine dei sedicesimi di finali di Champions League, soltanto una rappresentativa rossocrociata è rimasta in corsa per il titolo di campione continentale.

Si tratta del Davos, vincitore con un netto 5-2 sui finlandesi dell’IFK Helsinki e che si è così qualificato per gli ottavi di finale del torneo ribaltando il 2-1 subito in Finlandia. L’altra squadra svizzera ancora impegnata, lo Zurigo, si è invece arreso con un pesante 0-3 in casa allo Sparta Praga, già vincente per 3-2 nella gara di andata.

Gli uomini di Del Curto, forse l’unica compagine confederata a prendere davvero sul serio la competizione, hanno iniziato l’incontro nel peggiore dei modi incassando l’1-0 di Ikonen al 14’.

La reazione è però stata veemente, e nel giro di 8’ Lindgren e Forster hanno ribaltato il risultato. La gioia dei grigionesi è però durata poco in quanto a metà partita, ben servito dal francese Auvitu, Elkins ha segnato il 2-2, dando virtualmente la qualificazione ai suoi.

Il Davos non ci è però stato e nel terzo tempo ha messo sotto assedio il terzo avversario. Ancora lo scatenato Lindgren al 41’ ha riportato in vantaggio i suoi pareggiando il punteggio totale e, quando ormai i supplementari parevano alle porte, Simion e Sciaroni hanno definitivamente rotto gli equilibri segnando due volte tra il 58’50 e il 59’19.

Priva di acuti invece la gara degli ZSC Lions, scesi sul ghiaccio poco determinati contro uno Sparta Praga solido e molto ben organizzato. Con una rete per tempo (Netik, Kumstat e Buchtele i marcatori), i cechi si sono liberati senza troppe difficoltà di una delle favorite per la conquista del titolo.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in CHL